Dire Straits

Dire Straits - © Dire Straits

Links www.discogs.com (Inglese)

Dire Straits

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera
Dire Straits

I Dire Straits in concerto (1978)
Paese d'origine  Regno Unito
Genere AOR[1][2]
Rock and roll[1]
Blues rock[1][2]
Arena rock[2]
Pop rock[2]
Periodo di attività
1977-1995
Etichetta Vertigo Records
Album pubblicati 12
Studio 6
Live 3
Raccolte 3
Si invita a seguire lo schema del Progetto Musica

I Dire Straits sono stati un gruppo musicale rock britannico fondato nel 1977 dai fratelli Mark Knopfler (chitarra, voce e autore di tutti i brani[3]) e David Knopfler (chitarra), e da John Illsley (basso) e Pick Withers (batteria).

Pur essendosi formati in un periodo decisamente caratterizzato dal punk, i Dire Straits sviluppavano un rock and roll semplice, impreziosito da influenze country, blues e jazz; si affermarono grazie a sonorità originali e fortemente riconoscibili e alla loro notevole abilità tecnica come esecutori. Agli esordi della carriera della band, i fratelli Knopfler erano soliti chiedere ai gestori dei pub in cui suonavano di poter mantenere basso il volume degli amplificatori, in modo tale da permettere agli avventori di conversare liberamente durante le loro esibizioni. Nonostante questo atteggiamento modesto e contrario agli stereotipi delle rockstar, i Dire Straits divennero molto famosi ed apprezzati nel volgere di pochi anni.

Storia

Gli esordi

L'attività della band ebbe inizio nel 1977, quando David Knopfler presentò al fratello Mark, già insegnante di inglese con alcune esperienze da musicista[4], l'amico John Illsley: i tre giovani decisero di dar vita ad un gruppo ed il progetto si concretizzò quando si unì a loro il batterista Pick Withers. Il quartetto cominciò ad esibirsi con il nome di Cafè Racers, che venne presto modificato in Dire Straits (letteralmente "terribili ristrettezze") per sottolineare con ironia il contesto di grave difficoltà economica nel quale si trovano i componenti della band in quei mesi[4].

Gli inizi furono faticosi e con scarsi riscontri di pubblico: il gruppo guidato da Mark Knopfler proponeva infatti un rock and roll classico che risultava del tutto fuori moda e in controtendenza rispetto ai canoni dell'epoca. Tuttavia, nel 1978 i Dire Straits registrarono e pubblicarono il loro omonimo album d'esordio, che passò inizialmente inosservato dal pubblico nel Regno Unito a dispetto della valutazione positiva della critica. Il disco, comunque, ottenne un immediato successo nel resto d'Europa (in particolare in Germania e in Olanda) e negli Stati Uniti; più tardi, nel marzo del 1979, la ripubblicazione del singolo Sultans of Swing consentì alla band di diventare discretamente famosa anche sulla scena musicale inglese. Il successivo lavoro, intitolato Communiqué (1979), mancava di un singolo d'impatto ma contribuì a consolidare la fama degli Straits come eccellenti musicisti e a perfezionare il loro stile, caratterizzato da arrangiamenti piuttosto essenziali ed incentrati sul talento chitarristico del leader Mark Knopfler.

In virtù della loro spiccata immediatezza espressiva, i primi due album dei Dire Straits sono considerati da una parte del pubblico e della critica le opere più valide della band inglese, pur essendo forse tra le meno famose. Risultano anche tra gli album di esordio di maggior successo.

L'evoluzione

Una prima svolta avvenne con Making Movies del 1980, che riscosse un grande successo anche in Italia (dove fu l'LP più venduto in assoluto dell'anno successivo) e in Spagna. Le influenze jazz e blues vennero leggermente attenuate per dare spazio ad arrangiamenti rock più elaborati; vennero inoltre introdotte le tastiere, suonate per l'occasione da Roy Bittan della E Street Band guidata da Bruce Springsteen. Anche le tematiche subirono un'evoluzione: i testi delle canzoni si fecero più ricercati e caratterizzati da una notevole carica poetica, quando nei lavori precedenti erano prevalentemente autobiografici e descrivevano spaccati di vita ambientati a Newcastle e Londra, le città in cui Mark Knopfler era cresciuto.

Il terzo album dei Dire Straits è tuttora ritenuto il capolavoro della band da buona parte della critica, anche perché contiene alcuni brani particolarmente apprezzati, quali Tunnel of Love e Romeo and Juliet. Tuttavia, Making Movies viene ricordato anche per la definitiva separazione tra i due fratelli Knopfler: David, infatti, decise di lasciare la band durante la registrazione in seguito ad alcuni dissapori con Mark. Al termine dei lavori venne rimpiazzato dal chitarrista anglo-californiano Hal Lindes; nel frattempo, anche Alan Clark entrò a far parte dei Dire Straits come tastierista.

Nel 1982, durante la preparazione dell'LP Love over Gold, Mark Knopfler decise di assumere temporaneamente anche il ruolo di produttore unico della band a causa di un contrasto con la casa discografica, che avrebbe preferito un taglio più commerciale per tale album. Knopfler non cedette e presentò invece un lavoro decisamente sperimentale (composto da soli cinque brani prevalentemente strumentali, tra cui il capolavoro Telegraph Road e Private Investigations), che ottenne comunque un ottimo risultato anche in termini di vendite. Qualche mese dopo la pubblicazione dell'album, il batterista Pick Withers lasciò la band per dedicarsi a tempo pieno alla musica jazz; venne sostituito da Terry Williams. Anche Mark Knopfler cominciò a lavorare su qualche progetto alternativo, come la composizione della colonna sonora per il film Local Hero, ma ciò non impedì ai Dire Straits di pubblicare l'EP ExtendedancEPlay nel 1983 e il doppio album live Alchemy nell'anno successivo.

Nonostante il successo crescente, la definitiva consacrazione per la band (a cui nel frattempo si era aggiunto Guy Fletcher, un secondo tastierista) doveva ancora arrivare.

Il culmine della popolarità

Il celebre album Brothers in Arms del 1985 fu il disco più venduto dell'intero decennio nel Regno Unito, oltre che uno straordinario successo a livello internazionale. Contiene, per di più, ben cinque singoli che scalarono le classifiche: So Far Away, Brothers in Arms, Walk of Life, Your Latest Trick e soprattutto Money for Nothing, il cui videoclip fu il primo in assoluto ad essere trasmesso da MTV in Gran Bretagna (1987); in questo brano si registra una partecipazione di Sting come seconda voce. Si tratta dell'album arrangiato in maniera più mainstream, con alcune sonorità tipiche degli anni ottanta seppure in un contesto "classico" come quello rappresentato dal rock dei Dire Straits; pertanto Brothers in Arms si può considerare un'eccezione nella produzione della band, oltre che l'album più eterogeneo composto da Knopfler fino a quel momento (l'opera infatti spazia dall'hard rock al folk, dal pop rock al jazz), come se i "compagni d'armi" evocati nel titolo fossero gli artisti e i gruppi di cui vollero riconoscere una certa influenza, mostrandosi grati attraverso dei brani ispirati dallo stile di ciascuno.

Al successo di Brothers in Arms contribuì il fatto che si trattava del primo album rock ad essere stampato su compact disc. Successivamente questa tecnologia fu, per i Dire Straits, piuttosto proficua: molti dei loro fan, stupiti dalla qualità del nuovo supporto, comprarono nel nuovo formato tutto il precedente catalogo della band. Al di là del risultato commerciale, l'album è segnalato dalla critica per l'approfondimento di temi di spessore quali l'assurdità della guerra, il destino dell'umanità e il consumismo (che era già stato pesantemente attaccato in alcuni lavori precedenti).

Nell'arco del biennio 1985-86, gli Straits intrapresero un impegnativo tour mondiale durante il quale parteciparono anche al Live Aid benefico (13 luglio 1985) a Londra; in tale occasione proposero i brani Sultans of Swing e Money for Nothing, ospitando Sting come corista, peraltro già presente nella versione originale di quest'ultima. Il tour si concluse a Sydney in Australia, dove Knopfler e compagni si esibirono per ben 21 serate consecutive. In virtù di tutto ciò, i Dire Straits divennero una delle rock band più famose non solo in Europa e nei paesi di lingua inglese, ma anche in Asia e in Africa dove sono tuttora uno dei gruppi musicali occidentali più popolari ed apprezzati. In SudAfrica, tra l' altro, i loro album furono banditi per anni, a causa della forte posizione antiapartheid presa dal gruppo, come ebbe a precisare il loro leader Mark Knopfler durante il concerto del 1988 tenuto per il compleanno di Nelson Mandela imprigionato da anni nelle carceri sudafricane.

Gli anni del tramonto

Negli anni successivi, il leader Mark Knopfler, da sempre restìo a proporsi come rockstar, preferì concentrarsi su alcuni progetti da solista e sulla composizione di colonne sonore, campo nel quale era particolarmente ricercato dai produttori cinematografici. Si vociferava quindi già di uno scioglimento della band, ed in effetti l'attività dei Dire Straits venne inevitabilmente ridotta: ci fu comunque ancora spazio per un concerto allo stadio di Wembley per il 70º compleanno di Nelson Mandela nel giugno 1988 (in occasione del quale i Dire Straits suonarono con l'amico Eric Clapton) e per un ultimo album ufficiale, intitolato On Every Street e pubblicato nel 1991 (a ben sei anni di distanza da Brothers in Arms). Pur essendo stato atteso a lungo dagli appassionati di musica, On Every Street (inizialmente concepito come un album country blues, caratterizzato prevalentemente da sonorità acustiche, ma poi trasformatosi in un'opera più eterogenea) raccolse un successo nettamente inferiore rispetto ai lavori precedenti; ad ogni modo, la band partì per un altro lunghissimo tour mondiale (1991-1993), che venne documentato nell'apprezzato album live On the Night.

Nel 1995, subito dopo la pubblicazione di Live at the BBC, una raccolta di registrazioni dal vivo dei loro primi successi, i Dire Straits annunciarono il loro scioglimento senza troppo clamore, rimanendo coerenti con il loro stile privo di eccessi.

Stile musicale

"Mark Knopfler ha la straordinaria capacità di far emettere alla sua Schecter Custom Stratocaster dei suoni che paiono prodotti dagli angeli il sabato sera, quando sono esausti per il fatto di essere stati buoni tutta la settimana e sentono il bisogno di una birra forte."
(Douglas Adams)

Pur avendo debuttato in piena epoca punk ed essendosi affermati negli stravaganti anni ottanta, i Dire Straits sono sempre rimasti una band di rock and roll "all'antica", ispirata prevalentemente dalla musica blues e dalle sonorità degli anni sessanta e perfino degli anni cinquanta. Tra gli artisti che hanno influenzato il gruppo ed il suo leader Mark Knopfler (voce e chitarra solista), è da annoverare in primo luogo Bob Dylan per quanto riguarda la tecnica di canto, oltre a J.J. Cale, Hank Marvin, Eric Clapton e Chet Atkins per lo stile chitarristico.

Con i Dire Straits, Knopfler suona la chitarra senza avvalersi dell'ausilio del plettro, adottando una variante personalizzata della tecnica fingerpicking tipica del bluegrass e del country-blues e recuperando un'altra peculiarità della musica blues, che consiste nell'alternanza tra frasi cantate e brevi fraseggi di chitarra (detti anche fill) secondo uno schema "a domande e risposte": questo stile classico ed essenziale è alla base delle sonorità della band. La particolare tecnica di Knopfler, inoltre, genera un suono estremamente pulito che ha reso celebri ed inconfondibili i numerosi assoli di chitarra che costellano i brani della band britannica; non mancano, infine, anche elementi jazz, grazie alla presenza di pianoforte e sassofono. Tutto ciò ha fatto dei Dire Straits il gruppo ideale per il debutto della tecnologia del compact disc, che in virtù della fedeltà del suono era in grado di far risaltare le mille sfumature della loro musica.

Anche se la maggior parte delle loro canzoni è focalizzata sull'aspetto strumentale (e per questo sono spesso di notevole durata), molti brani dei Dire Straits sono degni di nota anche per i testi (che hanno tutti come unico autore Mark Knopfler, se si escludono poche eccezioni[3]). Knopfler, infatti, è considerato un valido cantautore. I temi trattati sono variegati: ricorre a volte la denuncia del consumismo e del cinismo della società contemporanea, così come la condanna della guerra e della violenza; non mancano, comunque, l'amore romantico e la semplice descrizione di spaccati di vita quotidiana. Il leader della band, conoscitore della letteratura inglese (laureato in materia), porta avanti anche un recupero della tradizione letteraria, ispirandosi in questo a Bob Dylan. Alcune canzoni dei Dire Straits, infatti, ricalcano le caratteristiche delle ballad medievali cantate dai menestrelli, quali la struttura metrica regolare, la rima e la presenza di dialoghi.

In generale, i Dire Straits hanno sempre perpetrato una immagine di pacatezza e modestia, come sottolineato anche dal fatto che nelle locandine dei concerti il nome della band appariva solitamente con le iniziali minuscole, nella forma dIRE sTRAITS oppure dire straits. Knopfler e compagni hanno inoltre sempre rifiutato di farsi ritrarre sulle copertine dei loro album.

In virtù di ciò, i Dire Straits sono considerati sostanzialmente un unicum nella storia del rock, anche perché risulta piuttosto difficile attribuire loro un genere o una corrente musicale precisa.

Formazione

Componenti al momento dello scioglimento

Ex componenti

Principali musicisti di supporto

I Dire Straits si sono spesso avvalsi della collaborazione di alcuni musicisti di supporto, allo scopo di adattarsi meglio alle esigenze interpretative dei vari brani:

  • Bobby Bear  tastiera (1979)
  • Roy Bittan  tastiera (1980)
  • Sid McGinnis  chitarra ritmica (1980)
  • Mike Mainieri  vibrafono, marimba e percussioni (1982-1985)
  • Tommy Mandel  tastiera (1982-1983)
  • Mel Collins  sassofono (1983)
  • Michael Brecker  sassofono (1985)
  • Omar Hakim  batteria (1985)
  • Jack Sonni  chitarra ritmica e cori (1985)
  • Chris White  sassofono (1985-1995)
  • Jeff Porcaro  batteria (1991)
  • Phil Palmer  chitarra ritmica (1991-1995)
  • Paul Franklin  chitarra pedal steel (1991-1995)
  • Chris Whitten  batteria (1991-1995)
  • Danny Cummings  percussioni (1991-1995)

Discografia

  • 1978  Dire Straits
  • 1979  Communiqué
  • 1980  Making Movies
  • 1982  Love over Gold
  • 1985  Brothers in Arms
  • 1991  On Every Street

Tournée

  • 1978  Tournée di debutto (senza titolo)
  • 1979  Communiqué Tour
  • 1980-81  On Location: The World Tour
  • 1982-83  Dire Straits 1982/3
  • 1985-86  Live in 85/6
  • 1991-92  On Every Street World Tour

Note

  1. 1,0 1,1 1,2 (EN)Dire Straits su Allmusic
  2. 2,0 2,1 2,2 2,3 (EN) Dire Straits su Discogs
  3. 3,0 3,1 Tutti i brani della discografia ufficiale dei Dire Straits sono stati composti esclusivamente da Mark Knopfler, ad eccezione dei seguenti tre casi:
  4. 4,0 4,1 Terry Kilburn. Mark Knopfler Authorized Biography. Mark-Knopfler-News.co.uk, 03-12-1999, aggiornato il 26-10-2009. URL consultato il 25-12-2008 .

Bibliografia

  • Andrea Del Castello. Mark Knopfler. Il crogiolo dei generi culturali. Lanciano, Move Editore, 2005. (ISBN non disponibile).
  • Colin Irwin. Dire Straits. Futura music, 1994. ISBN 1-85797-584-7.
  • Giulio Nannini; Mauro Ronconi. Le canzoni dei Dire Straits. Milano, Editori Riuniti, 2003. ISBN 88-359-5319-7.
  • Michael Oldfield. Dire Straits. Quill Publishing, 1984. ISBN 0-688-02514-5.
  • Giancarlo Passarella. Dire Straits  Solid Rock. Bresso, Music Makers, 2000. ISBN 88-86129-02-5.
  • Giancarlo Passarella. Manuali rock: Dire Straits  Storie e interviste. Roma, Arcana editrice, 1994. ISBN 978-88-7966-042-6.
  • Alessandra Ziliani, Dire Straits & rock-poesia, Milano, Arti grafiche AGEL, 1982. (ISBN non disponibile).

Altri progetti

Collegamenti esterni

Dire Straits
Mark Knopfler | John Illsley | Alan Clark | Guy Fletcher | David Knopfler | Pick Withers | Hal Lindes | Terry Williams | Jack Sonni
Discografia
Album: Dire Straits | Communiqué | Making Movies | Love Over Gold | ExtendedancEPlay | Alchemy | Brothers in Arms | On Every Street | On the Night | Live at the BBC | Money for Nothing | Sultans of Swing: The Very Best of Dire Straits | Private Investigations: The Best of Dire Straits and Mark Knopfler
Singoli: Sultans of Swing | Lady Writer | Romeo and Juliet | Skateaway | Private Investigations | Twisting by the Pool | So Far Away | Money for Nothing | Brothers in Arms | Walk of Life | Your Latest Trick | Calling Elvis | Encores EP |

Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 01.02.2013 09:08:34

Questo articolo si basa sull'articolo Dire Straits dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.