Andy Bown

nato il 27.3.1946 a Beckenham, London, Gran Bretagna

Alias Andrew Bown
Andrew Steven Bown

Andy Bown

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Andrew Steven Bown detto Andy (Beckenham, 27 marzo 1946) è un polistrumentista e compositore britannico, attualmente membro della rock band Status Quo.

Note biografiche

Cominciò a prendere lezioni di piano all'età di sei anni, sviluppando in seguito una notevole tecnica nella esecuzione di vari strumenti musicali (basso, tastiere, chitarre, armonica a bocca).

Dopo aver sbarcato il lunario mantenendosi con lavori di vario genere (specie nel campo pubblicitario e come assistente disegnatore) nel 1964 formò un suo gruppo chiamato “The Preachers”, ma fu nella seconda metà degli anni sessanta, con l'ingresso nei The Herd di Peter Frampton che riuscì a guadagnare successo e popolarità.

Frampton e Bown composero insieme una gran quantità di pezzi originali e portarono i The Herd ai vertici delle classifiche nel biennio 1967-1968.

Scioltisi i The Herd, continuò a collaborare con Frampton, fondò la band dei Judas Jump e cominciò anche a coltivare una discreta carriera solistica pubblicando alcuni album per l'etichetta EMI a partire dal 1972.

La rinomanza conseguita col grande lavoro svolto con Frampton, fece sì che venisse sempre più spesso convocato anche in qualità di session man quale musicista esterno a lavori incisi da altri artisti. Proprio in una di queste occasioni, ebbe modo di incidere il suo primo pezzo con gli Status Quo, suonando il pianoforte nel brano Blue Eyed Lady durante la registrazione del loro album best seller Hello!, nell'estate del 1973.

Aggregato in pianta stabile agli Status Quo già a partire dal 1976, fu costretto a rimanere per parecchi anni legato al contratto già stipulato con la EMI e non poté figurare quale membro ufficiale della band fino al 1982, pur essendolo di fatto.

Per motivi familiari, durante il tour del 2001, venne sostituito alle tastiere dal musicista Paul Hirsh, già membro della band inglese dei Voyager.

Dopo la scomparsa della moglie Carolyn nel 2001, si risposò nel 2004. Ha in tutto quattro figli e vive a Barnes, a sud di Londra.

Lo stile

Autore, cantante e multistrumentista, Andrew Bown è uno dei musicisti più poliedrici e versatili del rock inglese. È in grado di suonare con estrema destrezza chitarre, basso, tastiere ed armonica a bocca.

Dopo aver collaborato negli anni settanta con artisti come Peter Frampton e Tim Hardin ed essere entrato stabilmente negli Status Quo dal 1976, venne convocato dai Pink Floyd per suonare il basso nel tour mondiale seguente alla pubblicazione dell'album The Wall, tra il 1980 ed il 1981.

Sempre per i Pink Floyd, nel 1983 eseguì alcune partiture per tastiera durante le incisioni dell'album The Final Cut e figurò anche nella registrazione dell'album solista di Roger Waters del 1984, The Pros and Cons of Hitch Hiking, dove si esibì nell'organo Hammond e nella chitarra a dodici corde.

In qualità di autore, Bown ha contribuito a scrivere alcuni dei brani più celebri degli Status Quo, da Again and Again a Burning Bridges fino alla celeberrima Whatever You Want.

Discografia

Album in studio

  • Gone to My Head del 1972
  • Sweet William del 1973
  • Come Back Romance, All Is Forgiven del 1976
  • Good Advice del 1978
  • Unfinished Business del 2011

Album in studio con gli Status Quo

  • 1+9+8+2 = XX (1982) UK numero 1
  • Back to Back (1983) UK numero 9
  • In the Army Now (1986) UK numero 7
  • Ain't Complaining (1988) UK numero 12
  • Perfect Remedy (1989) UK numero 49
  • Rock 'Til You Drop (1991) UK numero 10
  • Thirsty Work (1994) UK numero 13
  • Don't Stop (1996) UK numero 2
  • Under the Influence (1999) UK numero 26
  • Famous in the Last Century (2000) UK numero 19
  • Heavy Traffic (2002) UK numero 15
  • Riffs (2003) UK numero 32
  • The Party Ain't Over Yet (2005) UK numero 18
  • In Search of the Fourth Chord (2007) UK numero 15
  • Quid Pro Quo (2011) UK numero 10
  • Bula Quo! (2013) UK numero 10

Live con gli Status Quo

  • Live at the N.E.C. (1982)
  • Live Alive Quo (1992)
  • Just Doin' It! Live (2006) (Contenuto nel DVD omonimo in versione limitata)
  • Pictures - Live at Montreux 2009 (2009) (Contenuto nel DVD omonimo in edizione deluxe)
  • Status Quo Live at the BBC (2010)

Raccolte con gli Status Quo

  • 12 Gold Bars (1980) UK numero 3
  • From the Makers of (1982) UK numero 4
  • 12 Gold Bars Vol. 2 (1984) UK numero 12
  • Rocking All Over the Years (1990) UK numero 2
  • Whatever You Want - The Very Best of Status Quo (1997) UK numero 12
  • Rockers Rollin' - Quo in Time 1972-2000 (2001)
  • XS All Areas - The Greatest Hits (2004) UK numero 16
  • Pictures: 40 Years of Hits (2008) UK numero 8

Partecipazioni con altri artisti

  • Hello! degli Status Quo (1973) UK numero 1 (piano in Blue Eyed Lady)
  • Blue for You degli Status Quo (1976) UK numero 1 (tastiere)
  • Live! degli Status Quo (1977) UK numero 3 (tastiere)
  • Rockin' All Over the World degli Status Quo (1977) UK numero 5 (tastiere)
  • If You Can't Stand the Heat degli Status Quo (1978) UK numero 3 (tastiere)
  • Whatever You Want degli Status Quo (1979) UK numero 3 (tastiere)
  • Just Supposin'' degli Status Quo (1980) UK numero 4 (tastiere)
  • Never Too Late degli Status Quo (1981) UK numero 2 (tastiere)
  • Line-Up di Graham Bonnet (1981) (organo e piano in Night Games e Out on the Wather)
  • The World's Insane dei Vardis (1981) (piano)
  • The Final Cut dei Pink Floyd (1983) (organo Hammond)
  • The Pros and Cons of Hitch Hiking di Roger Waters (1984) (organo Hammond, chitarra dodici corde)
  • Nothing Better di John Du Cann and Status Quo Member (1992 (tastiere)
  • Rhino's Revenge di John 'Rhino' Edwards (2000) (piano in Rocker e organo in Mine All Mine)

Altri progetti

  • Wikimedia Commons contiene immagini o altri file su Andy Bown

Collegamenti esterni

  • (EN) Andy Bown, su AllMusic, All Media Network.
  • (EN) Andy Bown, su Discogs, Zink Media.
  • (EN) Andy Bown, su MusicBrainz, MetaBrainz Foundation.
Controllo di autorità VIAF (EN) 87510823 · ISNI (EN) 0000 0003 7419 5173 · BNF (FR) cb1389-1766x (data)
Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 01.07.2018 21:07:30

Questo articolo si basa sull'articolo Andy Bown dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.