Jean Reno

Jean Reno

nato il 30.7.1948 a Casablanca, Marocco

Jean Reno

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Jean Reno nel 2012

Jean Reno (Casablanca, 30 luglio 1948) è un attore francese, di origine spagnola.

Biografia

Primi anni

Reno nacque con il nome di Juan Moreno y Herrera Jiménez[1][2] a Casablanca, all'epoca francese, da genitori spagnoli, rifugiatisi in Nord Africa per sfuggire alla dittatura di Francisco Franco. Insieme a sua sorella minore, Maria Teresa, ha avuto un'educazione cattolica.[3] Reno si trasferì in Francia all'età di 12 anni. Sua madre morì quando lui era ancora adolescente. All'età di 17 anni divenne cittadino francese.

Carriera

A causa della sua altezza (è alto 188 cm) e del suo aspetto imponente, all'inizio della sua carriera venne spesso scelto per interpretare la parte del "cattivo". Tuttavia, grazie al proprio talento, Reno riuscì a liberarsi di questo stereotipo ed ottenne di recitare anche in altri ruoli, dalla commedia romantica al thriller. La carriera di attore di Reno ebbe una svolta quando cominciò a lavorare per il regista Luc Besson. Recitò in tre film di grande successo: Le grand bleu (1988), Nikita (1990) e Léon (1994) e fu soprattutto quest'ultimo (in cui recitava al fianco di una giovanissima Natalie Portman) a dare all'attore la sua popolarità internazionale.

In seguito Jean Reno venne chiamato a recitare in importanti produzioni americane come French Kiss (1995) con Meg Ryan e Kevin Kline, Mission: Impossible (1996) con Tom Cruise, Ronin (1998) con Robert De Niro, e Godzilla (1998), per il quale Reno rinunciò al ruolo dell'agente Smith in Matrix. Nonostante i suoi impegni oltreoceano, Reno non ha mai rifiutato di partecipare anche a produzioni francesi - come I visitatori (1993) o I fiumi di porpora (2000) e Wasabi (2001). Nel 2006, ebbe un ruolo importante nel film La pantera rosa, ovvero quello di Gilbert Ponton, aiutante dell'Ispettore Clouseau, oltre che il ruolo del capitano Bezu Fache ne Il codice da Vinci, diretto da Ron Howard. Ha anche collaborato ad altre produzioni europee, tra le quali La tigre e la neve, di e con Roberto Benigni, del 2005.

Jean Reno ha anche doppiato il personaggio di Mufasa nell'adattamento francese de Il re leone e il personaggio di Jaques Blanc (modellato sui suoi tratti somatici) nel videogioco per PlayStation 2 Onimusha 3: Demon Siege; nel 2011 interpreta invece Doraemon nello spot giapponese della nuova Toyota.

Vita privata

Il 29 luglio 2006, Reno ha sposato la modella ed attrice polacca Zofia Borucka. Suo testimone di nozze è stato l'ex presidente francese Nicolas Sarkozy, all'epoca ancora solo candidato. La coppia ha avuto due figli: Cielo (2009) e Dean (2011). Dalla prima moglie aveva avuto due figli, Sandra (1978) e Mickael (1980), mentre dal secondo matrimonio con la modella Nathalie Dyszkiewicz, aveva avuto altri due figli, Tom (1996) e Serena (1998).

Il 21 agosto 2008 Jean Reno ha subito un serio attacco cardiaco mentre si trovava in vacanza sull'isola di Martinica, ospite del cantante Johnny Halliday. L'attore è stato immediatamente soccorso e portato all'ospedale di Fort-de-France. Le sue condizioni sono comunque presto migliorate e dopo due soli giorni è stato dimesso.

Curiosità

  • Il presidente francese Jacques Chirac gli ha conferito il titolo di Cavaliere della Legione d'onore nel novembre del 1999.
  • Reno ha sostenuto con la propria immagine la campagna presidenziale del 2007 di Nicolas Sarkozy.[4][5]
  • È un grande appassionato di Formula 1 ed è tifoso specialmente della Ferrari.

Filmografia

Cinema

  • L'Hypothèse du tableau volé, regia di Raoul Ruzi (1979)
  • Chiaro di donna (Clair de femme), regia di Constantin Costa-Gavras (1979)
  • Voulez-vous un bébé Nobel?, regia di Robert Pouret (1980)
  • L'avant dernier, regia di Luc Besson (1981) - cortometraggio
  • On n'est pas des anges... elles non plus, regia di Michel Lang (1981)
  • Les bidasses aux grandes manoeuvres, regia di Raphaël Delpard (1981)
  • La signora è di passaggio (La Passante du Sans-Souci), regia di Jacques Rouffio (1982)
  • Le dernier combat, regia di Luc Besson (1983)
  • Ballade sanglante, regia di Sylvain Madigan (1983) - cortometraggio
  • Signes extérieurs de richesse, regia di Jacques Monnet (1983)
  • Ne quittez pas, regia di Sophie Schmit (1984) - cortometraggio
  • Alea, regia di Francis Lemonnier (1984) - cortometraggio
  • Notre histoire, regia di Bertrand Blier (1984)
  • Telephone (Le téléphone sonne toujours deux fois), regia di Jean-Pierre Vergne (1985)
  • Subway, regia di Luc Besson (1985)
  • Strictement personnel, regia di Pierre Jolivet (1985)
  • Zone rouge, regia di Robert Enrico (1986)
  • I love you, regia di Mario Ferreri (1986)
  • Le grand bleu, regia di Luc Besson (1988)
  • Nikita, regia di Luc Besson (1990)
  • L'homme au masque d'or, regia di Eric Duret (1991)
  • L'opération Corned-Beef, regia di Jean-Marie Poiré (1991)
  • Loulou Graffiti, regia di Christian Lejalé (1992)
  • Paranoïa, regia di Frédéric Forestier e Stéphane Gateau (1993) - cortometraggio
  • I visitatori (Les visiteurs), regia di Jean-Marie Poiré (1993)
  • Léon, regia di Luc Besson (1994)
  • La vis, regia di Didier Flamand (1994)
  • Les truffes, regia di Bernard Nauer (1995)
  • French Kiss, regia di Lawrence Kasdan (1995)
  • Al di là delle nuvole, regia di Michelangelo Antonioni e Wim Wenders (1995)
  • Mission: Impossible, regia di Brian De Palma (1996)
  • Le jaguar, regia di Francis Veber (1996)
  • Roseanna's Grave, regia di Paul Weiland (1997)
  • Un amore di strega (Un amour de sorcière), regia di René Manzor (1997)
  • Les soeurs Soleil, regia di Jeannot Szwarc (1997)
  • I visitatori 2 - Ritorno al passato (Les Couloirs du temps: Les visiteurs 2), regia di Jean-Marie Poiré (1998)
  • Godzilla, regia di Roland Emmerich (1998)
  • Ronin, regia di John Frankenheimer (1998)
  • I fiumi di porpora (Les rivières pourpres), regia di Mathieu Kassovitz (2000)
  • I visitatori 3: L'ultimo guerriero (Les Visiteurs en Amerique), regia di Jean-Marie Poiré (2001)
  • Wasabi (Wasabi, la petite moutarde qui monte au nez), regia di Gérard Krawczyk (2001)
  • Rollerball, regia di John McTiernan (2002)
  • Jet Lag (Décalage horaire), regia di Danièle Thompson (2002)
  • Sta' zitto... non rompere (Tais-Toi!), regia di Francis Veber (2003)
  • I fiumi di porpora 2 - Gli angeli dell'Apocalisse (Les Rivières pourpres II: Les anges de l'apocalypse), regia di Olivier Dahan (2003)
  • Hotel Rwanda, regia di Terry George (2004)
  • Il Bandito Corso (L'Enquête Corse). regia di Alain Berberian (2004)
  • L'impero dei lupi (L'Empire des loups), regia di Chris Nahon (2005)
  • La tigre e la neve, regia di Roberto Benigni (2005)
  • La pantera rosa (The Pink Panther), regia di Shawn Levy (2006)
  • Il codice da Vinci (The Da Vinci Code), regia di Ron Howard (2006)
  • Giovani aquile (Flyboys), regia di Tony Bill (2006)
  • Giù per il tubo (Flushed Away), regia di David Bowers e Sam Fell (2006) - doppiaggio versione francese
  • Cash - Fate il vostro gioco (Ca$h), regia di Éric Besnard (2008)
  • La Pantera Rosa 2 (The Pink Panther 2), regia di Harald Zwart (2009)
  • La legge del crimine (Le premier cercle), regia di Laurent Tuel (2009)
  • L'isola delle coppie (Couples Retreat), regia di Peter Billingsley (2009)
  • Blindato (Armored), regia di Nimród Antal (2009)
  • Vento di primavera (La rafie), regia di Roselyne Bosch (2010)
  • L'immortale (L'immortel), regia di Richard Berry (2010)
  • The Philosopher, regia di Abdulla Al Kaabi (2010) - cortometraggio
  • Margaret, regia di Kenneth Lonergan (2011)
  • On ne choisit pas sa famille, regia di Christian Clavier (2011)
  • Chef (Comme un Chef), regia di Daniel Cohen (2012)
  • Dream Team (Les seigneurs), regia di Olivier Dahan (2012) - cameo
  • Les jour des corneilles, regia di Jean-Christophe Dessaint (2012) - voce
  • Alex Cross - La memoria del killer (Alex Cross), regia di Rob Cohen (2012)

Televisione

  • L'aéropostale, courrier du ciel - mini-serie TV (1980)
  • Quelques hommes de bonne volonté - mini-serie TV (1983)
  • Allô Béatrice, Serie TV, 1 episodio (1984)
  • Un homme comblé, regia di Paula Delsol (1985)
  • Tender Is the Night - mini-serie TV (1985)
  • Série noire - serie TV, 1 episodio (1985)
  • Et demain viendra le jour, regia di Jean-Louis Lorenzi (1986)
  • Monsieur Benjamin, regia di Marie-Hélène Rebois (1987)
  • Flight from justice, regia di Don Kent (1993)
  • Les grandes occasions - film TV (2006)
  • Jo - serie TV, 8 episodi (2012-in corso)

Doppiatori italiani

Nelle versioni in italiano dei suoi film, Reno è stato doppiato da:

  • Massimo Corvo in Léon, Le grand bleu, Un amore di strega, Wasabi, I visitatori 3 - L'ultimo guerriero, Jet Lag, Sta' zitto... non rompere, Il Bandito Corso, I fiumi di porpora 2 - Gli angeli dell'Apocalisse, L'impero dei lupi, La Pantera Rosa, Giovani aquile, Ca$h - Fate il vostro gioco, La legge del crimine, La Pantera Rosa 2, L'immortale, Margaret, Chef - Riderete di gusto, Jo, Alex Cross - La memoria del killer
  • Jacques Peyrac in Godzilla, Il codice da Vinci, L'isola delle coppie
  • Nino Prester in Mission: Impossible, I fiumi di porpora, Rollerball
  • Paolo Buglioni in Le grand bleu (edizione 1988), Nikita, I visitatori 2 - Ritorno al passato
  • Francesco Pannofino in I love you
  • Gigi Proietti ne I visitatori
  • Stefano De Sando in Al di là delle nuvole
  • Eugenio Marinelli in French Kiss
  • Jean Louise in Ronin
  • Rodolfo Bianchi in Hotel Rwanda e Vento di primavera
  • Ennio Coltorti in Blindato
  • Sandro Iovino in Dream Team

Da doppiatore è sostituito da:

  • Francesco Pannofino in Porco Rosso (doppiaggio 1997)
  • Massimo Corvo in Porco Rosso (doppiaggio 2010)
  • Massimo Rossi in Giù per il tubo

Note

  1. Jean Reno
  2. Eupedia : France Guide - Famous French people of recent foreign descent
  3. Jean Reno cracks the `Code' | Business solutions from AllBusiness.com
  4. Adweek Breaking News in Advertising, Media and Technology
  5. Les acteurs qui soutiennent des candidats : Jean Reno - Nicolas Sarkozy

Altri progetti

Collegamenti esterni

Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 16.04.2014 12:11:22

Questo articolo si basa sull'articolo Jean Reno dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.