Anna Proclemer

nata il 30.5.1923 a Trento, Trentino-Alto Adige, Italia

morto il 25.4.2013 a Roma, Latium, Italia

Anna Proclemer

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Anna Proclemer con la sua Alfa Romeo Giulietta Sprint nel 1955.

Anna Maria Proclemer (Trento, 30 maggio 1923  Roma, 25 aprile 2013) è stata un'attrice teatrale, attrice cinematografica e doppiatrice italiana.

Biografia

Debutta nel 1941 in Nostra Dea di Massimo Bontempelli, per la regia di Turi Vasile con il Teatro dell'Università di Roma, ma l'esordio come protagonista avviene qualche mese più tardi in Minnie la candida, sempre di Bontempelli, per la regia di Ruggero Jacobbi.[1] Durante la guerra recita con il Teatro delle Arti di Anton Giulio Bragaglia, in seguito con la compagnia dell'IDI, la compagnia Pagnani-Cervi e quella di Ricci. Lavora con Vittorio Gassman e Luigi Squarzina al Teatro d'Arte e, ancora, al Piccolo Teatro di Milano diretta da Giorgio Strehler.

Al cinema è protagonista di circa 15 film. Successivamente interpreta ruoli da non protagonista, ma nel contempo viene scelta da Alberto Lattuada come doppiatrice di Yvonne Sanson ne Il delitto di Giovanni Episcopo. Darà voce anche ad Anne Bancroft in Anna dei miracoli, interpretandone successivamente il ruolo in una famosa riduzione televisiva andata in onda nel 1968 e più volte replicata. Prima di queste due esperienze è stata protagonista di Anna dei miracoli in teatro, nella stagione 1960-'61, al fianco dell'esordiente Ottavia Piccolo.

Nel 1955 Lucio Ardenzi la coinvolge in una tournée nell'America del Sud[2] - Brasile, Argentina, Uruguay - organizzata con lappoggio del Ministero dello Spettacolo. Fra i partecipanti attori del calibro di Luigi Vannucchi, Giorgio Albertazzi, Renzo Ricci, Eva Magni, Tino Buazzelli, Glauco Mauri, Davide Montemurri, Franca Nuti e Bianca Toccafondi. A parte il Re Lear di Shakespeare, che vedeva riuniti nello stesso spettacolo tutti gli attori principali della compagnia, il repertorio era tutto italiano: Corruzione al palazzo di giustizia di Ugo Betti, Beatrice Cenci di Alberto Moravia in prima mondiale, Il seduttore di Diego Fabbri.

Nel 1956 inaugura un lungo sodalizio artistico e sentimentale con Giorgio Albertazzi. Proprio al suo fianco è la prima apparizione televisiva, tre anni dopo, nello sceneggiato televisivo L'idiota, cui fanno seguito molte altre, soprattutto in riduzioni di spettacoli teatrali. Il suo repertorio comprende, fra l'altro, testi di Pirandello, George Bernard Shaw, Lillian Hellman e D'Annunzio.

Nel 2010 le è stato assegnato il Premio Gassman alla carriera per il teatro e nel 2011 il Premio Alabarda d'oro.

Anna Proclemer conclude la sua settantennale carriera partecipando al film Magnifica presenza di Ferzan Özpetek, del 2012. Lo stesso regista l'avrebbe poi scritturata per un'altra parte nel suo film successivo Allacciate le cinture, ma lei ha declinato asserendo di non sentirsela di spostarsi e di affrontare un altro ruolo.[3]

È morta il 25 aprile 2013, il 30 maggio avrebbe compiuto 90 anni.[4]

Vita privata

Nel 1946 si sposa con lo scrittore Vitaliano Brancati, che scrive per lei il testo teatrale La governante e dal quale si separa poco prima della morte di lui, nel 1954. Dal matrimonio nasce una figlia, Antonia, il 6 maggio 1947. Dopo la separazione si lega a Giorgio Albertazzi per molti anni.

Verso i cinquant'anni ha avuto anche una relazione con un attore di quindici anni più giovane di lei, che si sarebbe offeso sentendosi dire di non essere un grande attore.[5]

Anna Proclemer era atea.[6]

Teatrografia parziale

  • Nostra Dea, di Massimo Bontempelli, regia di Turi Vasile, con Giulietta Masina, Vittorio Picozzi, Lucio Chiavarelli, Anna Proclemer, Franco Vani, Annamaria Giovannola, Marcella Toschi, Cecilia Pane. Teatro dell'Università di Roma, 10 novembre 1941
  • La pentolina (Aulularia), di Tito Maccio Plauto, regia di Roberto Marsico, con Roberto Marsico, Giulietta Masina, Marcella Toschi, Vittorio Picozzi, Franco Silvestri, Franco Vari, Elio Battiati, Anna Proclemer, Lucio Chiavarelli. Teatro dell'Università di Roma, 26 gennaio 1942
  • Mio fratello il ciliegio, di Siro Angeli, regia di Lucio Chiavarelli e Ennio De Concini, con Valerio Pittaluga, Anna Proclemer. Teatro dell'Università di Roma, 28 gennaio 1942
  • Minnie la candida, di Massimo Bontempelli, regia di Ruggero Jacobbi, con Anna Proclemer, Gianni Marchesini, Umberto Raho, Giorgia Vannutelli, Aldo Pascutti, Lucio Chiavarelli, Marco Betto, Anna Maria Giovannola, Franco Vani, Nereo Eppi. Teatro dell'Università di Roma, 30 marzo 1942
  • Cenerentola, di Massimo Bontempelli, regia di Corrado Pavolini, con Laura Adani, Filippo Scelzo, Corrado Racca, Ernesto Sabbatini, Renata Seripa, Aldo Allegranza, Gina Graziosi, Nietta Zocchi, Anna Proclemer, Ernesto Calindri, Alessandro De Rosa, Alberto Peretti, Renzo Pierattini, Varo Soleri, Arnaldo Gamma, Renato Saita, Otello Cazzola, Gemma Griarotti, Ivi Calin­dri, Mario Luciani, Alfonso Cassoli, Sergio Carmignani, Aris Leporani, Federico Pratesi, Mario Maresca, Adelaide Zaccaria, Pina Morozzi, Mario Antonelli, Lina Sabbatini, Nerina Bianchi. Teatro della Pergola di Firenze, 4 giugno 1942
  • Le Rozeno, di Camillo Antona Traversi, regia di Anton Giulio Bragaglia, con Anita Griarotti, Anna Proclemer, Renata Graziani, Maria Grazia Paltrinieri, Isa Querio, Angelo Calabrese, Adolfo Geri, Attilio Ortolani, Giovanni Saccenti, Giorgio Franci, Giovanni Dolfini, Ezio Banchelli, Lina Bonetti, Giuseppe Cardin. Teatro Nuovo di Milano, 13 ottobre 1942
  • La voce nella tempesta, di Adelchi Moltedo (liberamente tratto da Emily Brontë), regia di Anton Giulio Bragaglia, con Anna Proclemer, Ada Cannavò, Anita Griarotti, Adolfo Geri, Mauro Barbagli, Attilio Ortolani, Giovanni Dolfini. Teatro Nuovo di Milano, 21 ottobre 1942
  • Anfissa, di Leonid Andreev, regia di Anton Giulio Bragaglia, con Neda Naldi, Anna Proclemer, Adolfo Geri, Renata Graziani, Attilio Ortolani, Giovanni Dolfini, Anita Griarotti. Teatro delle Arti di Roma, 5 gennaio 1943
  • I due fratelli rivali, di Giovan Battista Della Porta, regia di Gerardo Guerrieri, con Anna Proclemer, Mario Scepi, Maria Grazia Paltrinieri, Mauro Barbagli, Gio­vanni Saccenti, Attilio Ortolani, Micaela Giustiniani, Angelo Calabrese, Isa Querio, Giovanni Dolfini, Lina Bonatti, Renata Graziani, Armando Buona­mano, Giuseppe Cardin. Teatro delle Arti di Roma, 27 gennaio 1943
  • La scuola di campagna, di Takeda Izumo e Il quartiere dei piaceri di Cika­matsu, regia di Gerardo Guerrieri, con Umberto Cardin, Angelo Calabrese, Anna Proclemer, Lina Bonatti, Attilio Ortolani, Ezio Ban­chelli, Giovanni Dolfini, Mauro Barbagli, Giuseppe Cardin, Franco Mollica, Armando Bonamano, Teatro delle Arti di Roma, 16 febbraio 1943
  • Don Giovanni involontario, di Vitaliano Brancati, regia di Anton Giulio Bragaglia, con Anna Proclemer, Adolfo Geri, Giovanni Saccenti, Isa Querio, Giovanni Ortolani. Teatro delle Arti di Roma, 2 marzo 1943
  • La libreria del sole, di Diego Fabbri, regia di Turi Vasile, con Sergio Tofano, Ada Vaschetti, Antonio Battistella, Guido Lazzarini, Anna Proclemer, Adriana De Roberto, Mario Pisu, Federico Cattino, Manlio Busoni, Alfredo Rovati. Teatro delle Arti di Roma 3 giugno 1943
  • Catene, di Allan Langdon Martin, regia di Anton Giulio Bragaglia, con Adolfo Geri, Anna Proclemer, Anita Griarotti, Emma Farnesi, Alfredo Varelli, Lina Bonatti. Teatro delle Arti di Roma, 5 ottobre 1943
  • La Gibigianna, di Carlo Bertolazzi, regia di Anton Giulio Bragaglia, con Adolfo Geri, Anna Proclemer, Anita Griarotti, Maria Grazia Paltrinieri, Renata Graziani, Isa Querio, Giovanni Dolfini, Lina Bonatti, Fausto Banchelli, Rosina Dolfini, Tonino De Sanctis, Angelo Calabrese, Ezio Banchelli, Attilio Ortolani, Mauro Barbagli, Giuseppe Cardin, Giovanni Saccenti, Armando Biancarma, Giuseppe Vivoli, Amedea Bertacchi, Armando Bonamano, Mario Scepi, Bianca Cattani, Riccardo Per­rone. Teatro delle Arti di Roma, 23 dicembre 1943
  • La rappresentazione di Santa Uliva, di Anonimo Fiorentino del XIV secolo, regia di Gualtiero Tumiati e Beryl Tumiati, con Tul­lio Carminati, Anna Proclemer, Annibale Betrone, Angelo Calabrese, Olga Gentili, Attilio Ortolani, Nico Pepe, Aldo Silvani, Vinicio Sofia, Gabriella Gatti, Giuliana Ponzi. Cortile della Sapienza di Roma, 31 agosto 1944
  • Tiro a quattro, di Frederick Lonsdale, regia di Oreste Biancoli, con Luigi Cimara, Vivi Gioi, Enrico Viarisio, Anna, Proclemer. Teatro Astra di Roma 5 dicembre 1945
  • Rabagas, di Victorien Sardou, regia di Ruggero Ruggeri, con Ruggero Ruggeri, Evi Maltagliati, Anna Proclemer, Luigi Cimara, Luigi Almirante, Annibale Betrone. Teatro Quirino di Roma, 3 febbraio 1945
  • La luna è tramontata di John Steinbeck, regia di Vito Pandolfi, con Annibale Betrone, Mario Gallina, Attilio Ortolani, Luigi Gatti, Ruggero Ruggeri, Giovanna Scotto, Giulio Galliani, Luigi Cimara, Luigi Almirante, Wanda Capodaglio, Renato Barbon, Pio Campa, Arnoldo Foà, Guido Morissi, Carlo Lomberdi, Flavio Della Noce, Anna Proclemer, Dario Dolci, Manlio Guardabassi. Teatro Quirino di Roma, 15 febbraio 1945
  • Il tempo e la famiglia Conway, di Jason Boynton Priestley, regia di Alessandro Blasetti, con Vittorio De Sica, Lia Orlan­dini, Valentina Cortese, Elisa Cegani, Anna Proclemer, Massimo Girotti, Roldano Lupi. Teatro delle Arti di Roma, 10 ottobre 1945
  • Incantesimo, di Philip Barry, regia di Gerardo Guerrieri, con Leonardo Cortese, Olga Villi, Aroldo Tieri, Anna Proclemer, Luigi Almirante, Antonio Crast. Teatro delle Arti di Roma, 6 febbraio 1946
  • La foresta pietrificata, di Robert Sherwood, regia di Alessandro Blasetti, con Elisa Cegani, Antonio Crast, Massimo Girotti, Anna Proclemer. Teatro delle Arti di Roma, 27 febbraio 1946
  • Accenti di gioventù di Samson Raphaelson, regia di Gherardo Gherardi, con Tullio Carminati, Anna Proclemer, Luisa Porelli, Franca Galletti, Lola Braccini. Teatro delle Arti di Roma, 20 aprile 1946
  • Fascino, di Keith Winter, regia di Pietro Sharoff, con Olga Villi, Filippo Scelzo, Anna Proclemer, Carlo Ninchi, Ave Ninchi, Paolo Carlini. Teatro delle Arti di Roma, 22 maggio 1946
  • Via dell'angelo, di Patrick Hamilton, regia Pietro Sharoff, con Carlo Ninchi, Anna Proclemer, Filippo Scelzo, Enrico Viarisio, Gilda Marchiò, Rinalda Marchetti. Teatro delle Arti di Roma, 22 giugno 1946
  • Un viaggio per Venezia, con Anna Proclemer, Gianrico Tedeschi. Teatro Eliseo di Roma, 1947
  • Come le foglie, di Giuseppe Giacosa, con Paola Borboni, Carlo Ninchi, Anna Proclemer, Grazia Griarotti, Nico Pepe, Filippo Scelzo, Guglielmo Bar­nabò. Teatro Eliseo di Roma, 20 settembre 1947
  • Il gabbiano, di Anton Cechov, regia di Giorgio Strehler, con Antonio Battistella, Lilla Brignone, Giorgio De Lullo, Mario Feliciani, Marcello Moretti, Anna Proclemer, Gianni Santuccio, Piccolo Teatro di Milano, 24 novembre 1948.
  • L'amore dei quattro colonnelli, di Peter Ustinov, regia di Mario Ferrero, con Anna Proclemer (la Bella Addormentata), Enrico Maria Salerno (colonnello americano), Nino Manfredi (colonnello francese), Tino Buazzelli (colonnello russo), Antonio Battistella (colonnello inglese), Anna Miserocchi (la Fata Buona), Tino Carraro (il Genio Cattivo), Mario Lombardini, Medy Saint-Michel, Nora Ricci, Anna Brandimarte, Vittoria Di Silverio (le mogli dei quattro colonnelli). Teatro delle Arti di Roma, dal 30 novembre 1951 al gennaio 1952
  • Anna dei miracoli (The Miracle Worker), di William Gibson, regia di Luigi Squarzina, con Anna Proclemer, Ottavia Piccolo, Antonio Battistella, Carla Bizzarri, Davide Montemurri, Isabella Riva, Olinto Cristina, Marisa Pizzardi, Evi Matteucci, Alfredo Sernicoli, Paola Sivieri, Maria G., Roberta Orrei, Stefania Querini. Stagione teatrale 1960-'61, prima al Teatro comunale di Modena, 7 novembre 1960

Filmografia

  • Giorno di nozze, regia di Raffaello Matarazzo (1942), accreditata come Anna Vivaldi.
  • Il birichino di papà, regia di Raffaello Matarazzo (1943), accreditata come Anna Vivaldi.
  • Malìa, regia di Giuseppe Amato (1946)
  • Viaggio in Italia, regia di Roberto Rossellini (1954) doppiata da Rosetta Calavetta
  • L'idiota, regia di Giacomo Vaccari (1959) Miniserie TV
  • Anna Christie, regia di Sandro Bolchi (1960) Miniserie TV
  • Agamennone, regia di Davide Montemurri (1968) (TV)
  • Anna dei miracoli, regia di Davide Montemurri (1968) Miniserie TV
  • Paranoia, regia di Umberto Lenzi (1970)
  • Il fidanzamento, regia di Giovanni Grimaldi (1975)
  • Cadaveri eccellenti, regia di Francesco Rosi (1976)
  • Nina (A Matter of Time), regia di Vincente Minnelli (1976)
  • Il marito in collegio, regia di Maurizio Lucidi (1977)
  • George Sand, regia di Giorgio Albertazzi (1981) Miniserie TV
  • Un amore grande, episodio della serie TV Il maresciallo Rocca (2003)
  • No problem, regia di Vincenzo Salemme (2008)
  • Magnifica presenza, regia di Ferzan Özpetek (2012)

Prosa radiofonica RAI

  • Otello , di William Shakespeare, con Gino Cervi, Anna Proclemer, Nino Pavese, Gianfranco Bellini, Franco Becci, regia di Anton Giulio Majano, trasmessa venerdì 30 novembre 1951, nel terzo programma, ore 21,15.
  • Un tale che passa , di Gherardo Gherardi, con Tino Carraro, Tino Buazzelli, Mario Maresca, Manlio Busoni, Adriano Micantoni, Mario Lombardini, Sergio Tofano, Anna Proclemer, Anna Miserocchi, Nietta Zocchi, Maria Teresa Albani, Compagnia del Piccolo Teatro di Roma, regia di Sergio Tofano, trasmessa martedì 29 luglio 1952, nel programma nazionale, ore 21,30.
  • Santa Giovanna, di George Bernard Shaw, con Anna Proclemer, Andrea Matteuzzi, Gianni Bortolotto, Carlo Bagno, Franco Graziosi, Enzo Tarascio, Franco Volpi, Giulio Bosetti, regia di Sandro Bolchi martedì 19 giugno 1956, programma nazionale ore 21.

Prosa televisiva RAI

  • Anna dei miracoli, di William Gibson con Sergio Tofano, Anna Proclemer, Cinzia De Carolis, Gianni Giuliano, Bianca Toccafondi, Clely Fiamma, Roldano Lupi, regia di Davide Montemurri trasmessa il 15 dicembre 1968.

Discografia parziale

Album

  • 1961 - D'Annunzio - Brani scelti da la figlia di Jorio (La voce del padrone, QELP 8045, LP) con Giorgio Albertazzi
  • Dante - La divina commedia - Paradiso (Nuova Accademia Del Disco, BLI 2005, LP) con Ernesto Calindri, Tino Carraro, Giorgio Albertazzi, Ottavio Fanfani

Singoli

  • 1969 - Ti amo... ed io di più/Sospendi il tempo (Boradway International, 7") con Giorgio Albertazzi

Doppiaggio

La Proclemer ha svolto anche l'attività di doppiatrice, prestando la sua voce ad altre attrici, sia in film italiani sia in film stranieri. Tra esse possiamo ricordare:

  • Yvonne Sanson in Il delitto di Giovanni Episcopo (1947), regia di Alberto Lattuada
  • Tamara Lees in Vita da cani (1950), regia di Steno e Mario Monicelli
  • Danielle Darrieux in I gioielli di Madame de... (1953), regia di Max Ophüls
  • Ruth Leuwerick in La rosa (1962), regia di Helmut Käutner
  • Lilli Cerasoli in Gioventù disperata (noto anche con il titolo de Il ragazzo dal cuore di fango) (1957), regia di Sergio Corbucci
  • Greta Garbo nei ridoppiaggi degli anni cinquanta di Grand Hotel (1932) e Anna Karenina (1935)
  • Jean Harlow nel ridoppiaggio del 1951 di Pranzo alle otto (1933), regia di George Cukor
  • Nancy Guild in La moneta insanguinata (1947)
  • Deborah Kerr in Le miniere di re Salomone (1950)
  • Linda Darnell in L'isola del peccato (1952)
  • Anne Bancroft in Anna dei miracoli (1962)

Onorificenze

Grande Ufficiale dell'Ordine al Merito della Repubblica Italiana

«Di iniziativa del Presidente della Repubblica»

Note

  1. Anna Proclemer - Sito Ufficiale: Debutto
  2. Anna Proclemer - Sito Ufficiale: Tournée Sudamericana 1955
  3. Addio all'attrice Anna Proclemer. la Repubblica, 25 aprile 2013. URL consultato il 29 aprile 2013 .
  4. Addio all'attrice Anna Proclemer. la Repubblica, 25 aprile 2013. URL consultato il 25 aprile 2013 .
  5. Marina Cappa. Anna Proclemer, tra teatro e grandi amori. VANITY FAIR, marzo 2012, poi ripubblicata il 26 aprile 2013. URL consultato il 29 aprile 2013 .
  6. cfr. l'intervista di E. Costantini per il Corriere della Sera del 27/05/2003

Bibliografia

  • Il Radiocorriere, annate varie
  • Le attrici, Gremese editore Roma 1999

Collegamenti esterni

Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 07.03.2014 08:45:36

Questo articolo si basa sull'articolo Anna Proclemer dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.