Banca dati musicale

Musicista

Leila Josefowicz

Leila Josefowicz

nata il 20.10.1977 a Toronto, Ontario, Canada

Links www.leilajosefowicz.com (Inglese)

Leila Josefowicz

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Leila Josefowicz (Mississauga, 20 ottobre 1977) è una violinista canadese.

Biografia

Leila Josefowicz è nata a Mississauga nell’Ontario (Canada). Quando era bambina la sua famiglia si trasferì a Los Angeles, dove iniziò a studiare violino all'età di tre anni e mezzo col metodo Suzuki. All’età di cinque anni ha iniziato le lezioni tradizionali con Idel Low. A sette anni ha proseguito gli studi col violinista Robert Lipsett alla Colburn School.

All'età di 13 anni la famiglia si trasferì a Filadelfia per permettere a Leila di frequentare il prestigioso Curtis Institute of Music, dove studiò con Jaime Laredo, Jascha Brodsky, Felix Galimir e Joseph Gingold. Leila frequentò anche la Julia R. Masterman School di Philadelphia.

Mentre era ancora adolescente, Josefowicz ha iniziato a suonare con orchestre sinfoniche in Europa, Asia e Nord America, tra cui a Philadelphia, Cleveland, Los Angeles, Houston, Chicago, Boston, Montreal e Toronto. Josefowicz ha debuttato alla Carnegie Hall di New York nel 1994 eseguendo il Concerto di Čajkovskij con Neville Marriner e l’Academy of St. Martin in the Fields. Lo stesso anno ha firmato un contratto discografico con la Philips Classics, registrando i concerti di Čajkovskij e Sibelius e una serie di composizioni per violino solo. Altre registrazioni sono seguite con le etichette Warner Classics, Nonesuch Records, NMC Recordings e Deutsche Grammophon.

La Josefowicz continua ad esibirsi regolarmente in Nord e Sud America, Europa, Giappone, Cina, Nuova Zelanda e Australia. L’appassionato coinvolgimento di Josefowicz per la musica contemporanea si riflette nei suoi programmi; ha collaborato con differenti compositori e al tempo stesso con i compositori-direttori Oliver Knussen e Thomas Adès. Le più significativi composizioni contemporanee per violino e orchestra dedicate e suonate in prima esecuzione dalla Josefowicz sono il Concerto (2006-09) di Esa-Pekka Salonen (*1958)[1], Beautiful Passing per violino e orchestra (2008) di Steven Mackey (*1956), il Concerto (2007-09) di Colin Matthews (*1946), Duende, The Dark Notes (2013) di Luca Francesconi (*1956) e Scheherazade 2 dramatic symphony (2014) di John Adams (*1947). Per il momento le uniche composizioni confluite in registrazioni discografiche sono stati i concerti di Salonen, Matthews e Adams.

Nel 2016 ha rivolto i sui interessi anche a Il Vitalino raddoppiato, Ciacona per violino concertante e orchestra da camera (1977) di Hans Werner Henze.

Note

  1. ^ Crester Music Ltd, 2009.

Bibliografia

  • AA.VV., Leila Josefowicz, in Violin Virtuosos, String Letter Publishing, [San Anselmo-California] 2000, pp. 15-23
  • Michael Church, Strong Arm Tactics, in «BBC Music Magazine», n. 5 (March 1997), pp. 22–24.
  • Andrew Palmer, Great Expectations, in «Strings», XIV, n. 86 (May-June 2000), pp. 44–48, 50, 52–53
  • Mark Katz, The Violin, A Research and Information Guide, New York-London, Routledge Music Bibliographies, 2006, p. 323

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF (EN44493800 · ISNI (EN0000 0000 7365 6378 · LCCN (ENno96004666 · GND (DE134961323 · BNF (FRcb13984219q (data)
Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 26.03.2018 10:20:39

Questo articolo si basa sull'articolo Leila Josefowicz dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.