Banca dati musicale

Musicista

Michel-Richard Delalande

Michel-Richard Delalande

nato il 15.12.1657 a Paris, Île-de-France, Francia

morto il 18.6.1726 a Versailles, Île de France, Francia

Michel-Richard Delalande

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Michel-Richard Delalande o de Lalande (Parigi, 15 dicembre 1657 – Versailles, 18 giugno 1726) è stato un compositore e musicista francese, considerato uno dei più importanti autori barocchi di grandi mottetti.

Biografia

Nacque a Parigi all'interno di una famiglia composta da quindici figli. Il padre sarto lo indirizzò verso la musica e fino al 1672 cantò nella cappella di St.Germain l'Auxerrois.

Divenne quindi organista in numerosi conventi e chiese esordendo anche come autore di intermezzi e cori a sfondo sacro.

Contemporaneo di prestigiosi compositori, quali Jean-Baptiste Lully e François Couperin, divenne maestro di clavicembalo della famiglia reale, in particolar modo della figlia di Luigi XIV, accumulando nel corso degli anni una lunga serie di cariche musicali che conservò fino alla sua morte, come quella di direttore di cappella reale.

Ricevette da Luigi XIII i titoli nobiliari e da Luigi XIV la nomina di cavaliere. Come compositore riversò sulla corte un lungo ciclo di balli, di divertissements, di Symphonies pour les soupers du roi, e tutta la musica necessaria per garantire un'adeguata colonna sonora alla vita sfarzosa del re e della sua corte.

Ottenne uno dei suoi maggiori successi grazie all'opéra-ballet intitolata Les Élémens, ispirata allo stile lulliano, ma impreziosita da elementi musicali italiani.

La sua produzione più pregiata è comunque costituita dai suoi ottanta grandi mottetti, composti per la cappella reale e indirizzati per coro, orchestra, soli e organo.

L'arte di Delalande si distinse per l'eleganza della creatività melodica, per l'audacia armonica e per la capacità di affrontare numerosi generi.[1]

Non compose mai un Requiem e per i suoi funerali fu eseguito il Requiem di Charles d'Helfer.

Note

  1. ^ "Le Muse", De Agostini, Novara, 1965, Vol.IV, pag.125

Bibliografia

  • N.Dufourq, Notes et rérérences, Parigi, 1957

Altri progetti

Controllo di autorità VIAF: (EN37102446 · LCCN: (ENn80057151 · ISNI: (EN0000 0001 2278 4123 · GND: (DE118864106 · BNF: (FRcb138962809 (data)
Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 08.11.2015 18:54:20

Questo articolo si basa sull'articolo Michel-Richard Delalande dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.