Banca dati musicale

Musicista

Waltraud Meier

Waltraud Meier - © www.waltraud-meier.com

nata il 9.1.1956 a Würzburg, Bayern, Germania

Links www.waltraud-meier.com (Tedesco)

Waltraud Meier

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Waltraud Meier (Würzburg, 9 gennaio 1956) è un soprano e mezzosoprano tedesco. È particolarmente famosa per i suoi ruoli wagneriani come Kundry, Isotta, Ortrud, Venere e Sieglinde, ma ha avuto successo anche nel repertorio francese e italiano nelle parti di Principessa Eboli, Amneris, Carmen e Santuzza.

Biografia

Studi ed esordi

Waltraud Meier è nata a Würzburg, nella regione storica della Franconia,[1] dove ha cantato in molti gruppi corali durante i suoi anni giovanili. Dopo aver concluso le scuole superiori, cominciò studi universitari in inglese e lingue romanze prendendo nel contempo anche lezioni di tecnica vocale col professor Dietger Jacob.[1] Nel 1976 decise di concentrarsi sulla carriera musicale e poco dopo esordì all'Opera di Würzburg come Lola nella Cavalleria rusticana. Negli anni successivi si esibì regolarmente al Teatro dell'Opera di Mannheim (1976-1978).[1]

Anni ottanta

Il suo debutto internazionale avvenne nel 1980 al Teatro Colón di Buenos Aires,[1] come Fricka ne La Valchiria. Continuò anche ad apparire regolarmente in teatri operistici tedeschi come quelli di Dortmund (1980-1983),[1] Hannover (1983-1984) e Stoccarda (1985-1988).

Dopo il suo successo nel ruolo di Kundry nel Parsifal di Wagner al Festival di Bayreuth del 1983, la carriera della Meier prese quota, così da esordire al Covent Garden (1985) a al Metropolitan (1987)[1] come Fricka, con James Levine che dirigeva il suo primo Oro del Reno al Met.[2] Sempre nello stesso anno al Met è Fricka in Die Walküre con Hildegard Behrens.

A Bayreuth continuò a interpretare Kundry regolarmente anche nel 1984, 1985, 1987, 1988, 1989, Brangäne in Tristan und Isolde nel 1986, Waltraute ne Il crepuscolo degli dei nel 1988 e 1989.

Al Teatro La Fenice di Venezia diretta da Giuseppe Sinopoli canta la Messa di requiem di Giuseppe Verdi nel 1986 e Kundry in Parsifal (opera) nel 1989.

Esordì anche alla Teatro alla Scala come Die Dame in "Cardillac" di Paul Hindemith nel 1987, all'Opéra di Parigi, all'Opera di Stato di Vienna e all'Opera di Stato Bavarese a Monaco. Nel 1987 canta nella ripresa nel Teatro Comunale di Firenze della Sinfonia n. 2 (Mahler), il n.12 del II quaderno dei 12 Des Knaben Wunderhorn (Mahler) ed il n. 8 dei 15 "Gesänge aus Des Knaben Wunderhorn" di Gustav Mahler diretta da Zubin Mehta ed esegue il Requiem (Mozart) con Josè van Dam diretta da Riccardo Muti alla Scala. Al Wiener Staatsoper nel 1987 è Kundry in Parsifal (opera) e Venus in Tannhäuser und der Sängerkrieg auf Wartburg con Kurt Moll.

Nel 1988 è Kundry in Parsifal (opera) al San Francisco Opera ed al Royal Opera House di Londra.

Anni novanta

A Bayreuth è Kundry in Parsifal e Waltraute ne Il crepuscolo degli dei dal 1990 al 1992 ed Isolde in Tristan und Isolde dal 1993 al 1999.

Alla Scala nel 1990 canta la Sinfonia n. 3 (Mahler) diretta da Zubin Mehta.

Oltre che a Bayreuth, la Meier fu Kundry anche altrove negli anni novanta, come in una produzione scaligera per la serata d'inaugurazione della stagione 1991/1992 con Domingo diretta da Riccardo Muti e al Théâtre du Châtelet di Parigi, in una versione con la regia di Klaus Michael Grüber e la direzione di Semyon Bychkov.

Nel 1992 è Venus in Tannhäuser (opera) e Kundry in Parsifal (opera) per la prima volta al Metropolitan, con Siegfried Jerusalem come Parsifal e la direzione di Levine e canta Das Lied von der Erde di Gustav Mahler alla Carnegie Hall. L'anno seguente, Waltraud Meier ritornò al Met nei panni di Santuzza della Cavalleria rusticana (opera) e cantò Seven Early Songs di Alban Berg alla Carnegie Hall. Ancora per il Met nel 1994 canta Das Lied von der Erde a Francoforte, nel 1996 esegue Wesendonck-Lieder di Richard Wagner a Francoforte ed è Carmen (opera) con Plácido Domingo ed Angela Gheorghiu.

Al Wiener Staatsoper è Eboli in Don Carlo con Plácido Domingo e Leo Nucci e Sieglinde in Die Walküre con Domingo, Kurt Rydl e Hildegard Behrens nel 1992, Santuzza in Cavalleria rusticana nel 1994, Waltraute ne Il crepuscolo degli dei nel 1995, Ortrud in Lohengrin (opera) con Cheryl Studer, è Carmen (opera) ed Amneris in Aida con Kristján Jóhannsson nel 1997 e Der Komponist in Ariadne auf Naxos nel 1999.

Al Teatro alla Scala è Sieglinde in Die Walküre con Domingo diretta da Muti nella serata d'inaugurazione della stagione 1994/1995, tiene un concerto nel 1995 e nel 1998, Waltraute ne Il crepuscolo degli dei diretta da Muti nella serata d'inaugurazione della stagione 1998/1999, Leonore in Fidelio diretta da Muti nella serata d'inaugurazione della stagione 1999/2000.

Al Grand Théâtre di Ginevra tiene un recital nel 1995.

Negli anni '90 si appropriò anche di ruoli da soprano drammatico. Tra il 1993 e il 1999 a Bayreuth fu Isotta in Tristano e Isotta con la regia di Heiner Müller e la direzione di Daniel Barenboim. Nel 1995 tiene un concerto al Teatro La Fenice.

Nel 1998 interpretò per la prima volta Leonore nel Fidelio alla Lyric Opera of Chicago, ancora diretta da Barenboim, e di nuovo Ortrud in un nuovo allestimento del Lohengrin all'Opera di Stato Bavarese.

Nel 1999 è Ortrud in Lohengrin all'Opéra National de Paris.

Anni 2000

Nel 2000, fu ancora a Bayreuth, con la parte di Sieglinde ne La Valchiria, nella produzione "Millennium Ring" di Jürgen Flimm diretta da Giuseppe Sinopoli con Placido Domingo. Fece anche la parte di Isotta al Festival di Salisburgo con la direzione di Lorin Maazel e Marie nella prima rappresentazione di Wozzeck al Teatro alla Scala di Milano.

Al Wiener Staatsoper è Isolde in Tristan und Isolde nel 2000, Sieglinde in Die Walküre nel 2000, 2001, 2003 e 2011, Santuzza in Cavalleria rusticana nel 2000, 2001, 2003, 2011 e 2012, Leonore in Fidelio nel 2004, 2006 e 2011. Fino ad oggi la Meier ha cantato in 139 rappresentazioni viennesi.

Nel 2001, all'apertura del Festival dell'Opera al Nationaltheater (Monaco di Baviera), la cantante esordì nel ruolo di Didone ne Les Troyens di Hector Berlioz diretta da Zubin Mehta, nel 2002, 2004 e 2009 tiene dei concerti Liederabend, nel 2010 è Venus in Tannhauser, Marie in Wozzeck nel 2010 e 2012, Ortrud in Lohengrin nel 2011, Kundry/Stimme aus der Höhe in Parsifal nel 2012.

Alla Scala nel 2001 canta il Requiem (Mozart) diretta da Muti.

Al Metropolitan è Leonore in Fidelio nel 2002, Kundry in Parsifal (opera) nel 2006, Isolde in Tristan und Isolde diretta da Daniel Barenboim nel 2008, Sieglinde in Die Walküre, Marie in Wozzeck nel 2011 e Waltraute ne Il crepuscolo degli dei nel 2012. Fino ad oggi la Meier ha cantato in settanta rappresentazioni al Met.

Al Royal Opera House di Londra è Ortrud in Lohengrin (opera) nel 2003 e Sieglinde in Die Walküre con Domingo e Bryn Terfel nel 2005.

Per il Teatro alla Scala nel 2003 è Leonore nella prima rappresentazione di Fidelio diretta da Muti al Teatro degli Arcimboldi, tiene un concerto nel 2006, è Ortrud nella prima rappresentazione di Lohengrin, canta la Sinfonia n. 9 (Beethoven) diretta da Daniel Barenboim all'Accra - National Theatre nel 2007, il 7 dicembre 2007 inaugurò la stagione 2007-2008 del Teatro alla Scala col Tristano e Isotta, a fianco di Ian Storey (Tristano) e sotto la bacchetta di Daniel Barenboim. L'opera riscosse un buon successo per la parte musicale ma anche forti critiche per l'allestimento curato da Patrice Chéreau.[3] Sempre alla Scala tiene un concerto nel 2010 ed è Sieglinde nella serata d'inaugurazione della stagione 2010/2011.

Nel 2003 la Meier condivise un Premio Grammy per "Migliore registrazione d'opera" grazie al suo contributo come Venere nel Tannhäuser diretto da Daniel Barenboim. Dedicò la stagione 2003-2004 esclusivamente a recital e a concerti. Cantò nella Passione secondo Matteo di Bach e fece una tournée attraverso l'Europa, la Russia e gli Stati Uniti con un programma di recital basato su lavori di Brahms, Schubert e Hugo Wolf.

Ritornò sul palcoscenico operistico nel 2004-2005, con un'interpretazione di Carmen in una nuova produzione della Semper Oper di Dresda diretta da Katarina Lauterbach. Nel 2005 fu di nuovo Isotta all'Opéra Bastille di Parigi, con la regia di Peter Sellars e la direzione di Esa-Pekka Salonen. Tornò anche all'Opera di Vienna come Kundry del Parsifal, che interpretò anche al Metropolitan avendo come partner Ben Heppner.

Nel 2007 uscì un CD di lavori di Franz Schubert e Richard Strauss, eseguiti dalla Maier con l'accompagnamento di Joseph Breinl.[4][5] All'Opéra National de Paris nello stesso anno è Ortrud in Lohengrin, nel 2008 Kundry in Parsifal ed Isolde in Tristan et Isolde e nel 2009 Marie in Wozzeck.

Nel luglio 2008 la Maier fu Venere in una produzione del Tannhäuser a Baden-Baden con la regia di Nikolaus Lehnhoff, la direzione di Philippe Jordan e la partecipazione di Robert Gambill (Tannhäuser), Stephen Milling (Hermann) e Camilla Nylund (Elisabeth).

A Salisburgo nel 2009 è Leonore in Fidelio e nel 2010 Klytämnestra in Elettra (Strauss).

Nel 2011 tiene un concerto con Kent Nagano al Usher Hall di Edimburgo e canta in concerto con Myung-Whun Chung nella Salle Pleyel di Parigi.

Nel 2012 è Isolde in Tristan und Isolde diretta da Daniel Barenboim nel Schiller Theater di Berlino, tiene un concerto al Grand Théâtre di Ginevra e canta la Sinfonia n. 9 (Beethoven) diretta da Barenboim alla Reggia di Versailles.

Risiede attualmente a Monaco di Baviera.

Onorificenze

È stata nominata "Kammersängerin" dall'Opera di Stato Bavarese e dell'Opera di Stato di Vienna, e Commandeur de l'Ordre des Arts et des Lettres dal governo francese.

CD parziale

  • Mahler, Sinf. n. 1-10/Das klagende Lied - Sinopoli/Studer/Meier/Allen, Deutsche Grammophon
  • Wagner, Lohengrin - Abbado/Jerusalem/Studer/Meier, 1992 Deutsche Grammophon
  • Saint-Saens, Samson et Dalila - Myung-Wung/Domingo/Meier/Ramey, 1992 EMI
  • Wagner, Tannhäuser - Reiter/Chor der Deutschen Staatsoper Berlin/Barenboim/Röschmann/Gudbjornsson/Müller-Brachmann/Eaglen/Seiffert/Pape/Staatskapelle Berlin/Rügamer/Hampson/Meier, 2001 Teldec/Warner Classics

DVD & BLU-RAY

  • Wagner, Parsifal - Levine/Meier/Jerusalem/Moll, regia Otto Schenk 1992 Deutsche Grammophon
  • Wagner, Parsifal - Hulscher/Meier/Elming/Struckmann, regia Harry Kupfer 1992 Metropolitan Munich
  • Wagner, Parsifal - Nagano/Meier/Ventris/Salminen, regia Nikolaus Lehnhoff 2005 Opus Arte
  • Wagner, Tristano e Isotta - Barenboim/Jerusalem/Meier, regia Heiner Müller 1995 Deutsche Grammophon
  • Wagner, Tannhauser - Mehta/Kollo/Meier/Weikl, regia David Alden/Brian Large 1995 ArtHaus

Note

  1. 1,0 1,1 1,2 1,3 1,4 1,5 J. Warrack and E. West, The Oxford Dictionary of Opera (1992)
  2. (EN)Donal Henahan, Opera; A New Rheingold at the Met, The New York Times, 14 marzo 1992.
  3. Trionfa Barenboim, critiche alle scene, La Repubblica, 8 dicembre 2007
  4. (DE)Farao Classics
  5. (EN)Waltraud-Meier.com

Collegamenti esterni

Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 26.08.2013 15:59:09

Questo articolo si basa sull'articolo Waltraud Meier dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.