Banca dati musicale

Musicista

Giovanni Antonini

Giovanni Antonini - © Decca / David Ellis / Askonas Holt

nato 1965 a Milano, Lombardia, Italia

Links www.askonasholt.co.uk (Inglese)
www.ilgiardinoarmonico.com (Inglese)
www.br-klassik.de (Tedesco)

Giovanni Antonini

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Giovanni Antonini (Milano, 1965) è un direttore d'orchestra italiano.

Ha studiato a Milano, e ha frequentato la Civica Scuola di Musica di Milano e il Centre de Musique Ancienne di Ginevra. Nel 1985, insieme a Luca Pianca, ha co-fondato il Giardino Armonico.[1]

Antonini è considerato come uno dei leader dell'epoca italiana,[2] e si è esibito con molti artisti illustri, tra cui Christoph Prégardien, Christophe Coin, Katia e Marielle Labèque, Viktoria Mullova e Giuliano Carmignola. Ha tenuto tournée in tutto il mondo e ha ricevuto numerosi premi per i suoi successi, tra cui, con Il Giardino Armonico, il Gramophone Award, Diapason d'Or e Choc du Monde de la Musique.

Nel 2014, Antonini e Il Giardino Armonico ha avviato un progetto con l'obiettivo di eseguire e registrare tutte le sinfonie di Joseph Haydn fino il 2032, per commemorare il 300 ° anniversario della nascita del compositore.[3]

Note

  1. ^ Presto Classical - Music of the Italian Baroque - Arthaus Musik: 100011, su www.prestoclassical.co.uk. URL consultato il 1º gennaio 2017.
  2. ^ Il Giardino Armonico, su www.carnegiehall.org. URL consultato il 1º gennaio 2017 (archiviato dall'url originale il 2 gennaio 2017).
  3. ^ Bureau347 & Snowcap, HAYDN 2032 - The new project of Giovanni Antonini & Alpha | Outhere Music, su www.outhere-music.com. URL consultato il 1º gennaio 2017.

Altri progetti

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF (EN34648480 · ISNI (EN0000 0001 2127 5642 · LCCN (ENno96004273 · GND (DE12845993X · BNF (FRcb13944903f (data)
Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 03.05.2018 18:29:35

Questo articolo si basa sull'articolo Giovanni Antonini dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.