Steve Ferrone

Steve Ferrone - © http://deboraharlook.com/

nato il 25.4.1950 a Brighton, East Sussex, Gran Bretagna

Links www.drummerworld.com (Inglese)

Steve Ferrone

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Steve Ferrone (Brighton, 25 aprile 1950) è un batterista britannico.

È considerato oggi una leggenda della batteria. Batterista della Average White Band e dei Tom Petty and the Heartbreakers, ha registrato e suonato per artisti del calibro di Eric Clapton, Duran Duran, Paul Simon, Bob Dylan, Bee Gees, Slash e tanti altri.

Biografia

Steve Ferrone nasce in una famiglia di musicisti, sua nonna suonava il piano e suo padre era un danzatore della Sierra Leone.

Dopo gli studi musicali al Conservatoire de musique di Nizza, fortemente influenzato dalla Motown, ha tra le sue influenze maggiori Ringo Starr, Charlie Watts, Tony Meehan, Bernard Purdie, Grady Tate, Elvin Jones, Max Roach, Art Blakey, John Bonham, Clyde Stubblefield, Al Jackson Jr. e Harvey Mason.

Nell'Ottobre del 1974 esordisce in tour con gli Oblivion Express di Brian Auger, chiamato a sostituire Robbie McIntosh, morto il 24 Settembre di overdose. Di queste esperienza rimangono le incisioni dal vivo, al The Whisky a Go Go di Hollywood, degli album Live Oblivion Vol.1 e Live Oblivion Vol.2 (doppio LP).

Nel 1975 entra a far parte dei Bloodstone e pubblica il primo album, Riddle of the Sphinx. Poco dopo entra nei Average White Band, di cui è membro fino al 1982.

Dal 1982 è diventato un turnista e ha collaborato con Duran Duran, Christine McVie, Rick James, Scritti Politti, Dick Morrissey, Bee Gees, Eric Clapton, Spin 1ne 2wo, Marcus Miller, Gigi D'Alessio, Claudio Baglioni, Eros Ramazzotti, Massimo Di Cataldo, Tom Petty, Alan Frew, The Black and White Years, Brian May, Slash, i Pooh, Pat Metheny, Laura Pausini, Pino Daniele e Renato Zero.

È endorser della Gretsch, che ha prodotto una batteria signature con il suo nome.

Discografia parziale

  • 1975: Riddle of the Sphinx - Bloodstone
  • 1975: Cut The Cake - Average White Band (AWB)
  • 1976: Soul Searching - AWB
  • 1976: Person To Person (live) - AWB
  • 1977: Benny & Us - AWB
  • 1977: Up - Morrissey - Mullen
  • 1977: The Atlantic Family Live in Montreaux
  • 1978: Warmer Communications - AWB
  • 1978: Chaka - Chaka Khan
  • 1979: Feel No Fret - AWB
  • 1980: Invisible Man's Band - Invisible Man's Band
  • 1980: Shine _- AWB
  • 1980: Volume VIII - AWB
  • 1982: Cupid's In Fashion - AWB
  • 1984: Christine McVie - Christine McVie
  • 1985: Glow - Rick James
  • 1985: Cupid & Psyche 85 - Scritti Politti
  • 1986: Souliloquy - Dick Morrissey
  • 1986: Notorious - Duran Duran
  • 1988: Big Thing - Duran Duran
  • 1988: C.K. - Chaka Khan
  • 1989: One - Bee Gees
  • 1989: Journeyman - Eric Clapton
  • 1990: Oltre - Claudio Baglioni
  • 1991: 24 NightsEric Clapton
  • 1992: Unplugged - Eric Clapton
  • 1992: Live in Japan - George Harrison with Eric Clapton and Band
  • 1992: Secret Story - Pat Metheny
  • 1993: Spin 1ne 2wo - Spin 1ne 2wo
  • 1993: The Sun Don't Lie - Marcus Miller
  • 1993: Tutte storie - Eros Ramazzotti
  • 1994: Wildflowers - Tom Petty
  • 1994: Hold On - Alan Frew
  • 1995: Shadow Man - Sasha Gracanin featuring Mick Taylor
  • 1996: Anime - Massimo Di Cataldo
  • 1996: Songs and Music from "She's the One" - Tom Petty and the Heartbreakers
  • 1999: Echo - Tom Petty and the Heartbreakers
  • 2002: The Last DJ - Tom Petty and the Heartbreakers
  • 2003: It Up: Steve Ferrone and Friends Live at La Ve Lee
  • 2003: Freak Out - Chris Catena
  • 2006: More Head - Steve Ferrone's Farm Fur
  • 2008: The Black and White Years - The Black and White Years
  • 2009: The Live Anthology - Tom Petty and the Heartbreakers
  • 2010: Slash - Slash
  • 2010: Mojo - Tom Petty and The Heartbreakers
  • 2010: Dove comincia il sole - Pooh
  • 2011: Inedito - Laura Pausini
  • 2014: Hypnotic Eye - Tom Petty and the Heartbreakers
  • 2011: Inedito - Laura Pausini
  • 2016: Alt (solo i brani In questo misero show e Gli anni miei raccontano) - Renato Zero
  • 2017: Three Sixty - The 360 Band

Collegamenti esterni

Controllo di autorità VIAF (EN42027244 · ISNI (EN0000 0001 0653 9953 · LCCN (ENno00019603 · GND (DE134372271 · BNF (FRcb1392-15841 (data)
Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 11.07.2018 16:13:21

Questo articolo si basa sull'articolo Steve Ferrone dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.