Nick Mason

Nick Mason

nato il 27.1.1944 a Birmingham, West Midlands, Gran Bretagna

Links www.drummerworld.com (Inglese)

Nick Mason

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Nicholas Berkeley Mason (Birmingham, 27 gennaio 1944) è un batterista, compositore, produttore discografico, pilota automobilistico e scrittore britannico, famoso per essere stato cofondatore e batterista dei Pink Floyd, oltre che l'unico componente fisso nell'arco della loro trentennale carriera.

Pur essendo nato a Birmingham, Mason è cresciuto in un'agiata famiglia della borghesia inglese nell'elegante quartiere di Hampstead nel nord di Londra. Ha frequentato il Politecnico di Regent Street dove, insieme a Richard Wright, si unì a Roger Waters nel 1963 per formare il gruppo musicale Sigma 6.

È famoso per essere un grande appassionato, praticante ed esperto di automobilismo d'epoca: ha infatti una sua scuderia personale, la Ten Tenths, ha scritto numerosi libri del settore, tra cui il best seller Into The Red con Mark Hales. Possiede, e spesso espone, rarissime auto tra cui: una Panhard da corsa del 1901, una Aston Martin Ulster del 1935, una Jaguar D-Type del 1955, una Ferrari 512 S del 1970, una Ferrari Enzo, una rarissima McLaren F1 GTR del 1995 e la Ferrari 312T3 che fu di Gilles Villeneuve[1]. È inoltre uno dei 36 possessori del modello di automobile dal prezzo più elevato mai raggiunto in un'asta (35 milioni di dollari, giugno 2012): la Ferrari 250 GTO del 1962 chassis N°3757, targata proprio 250GTO. È inoltre pilota di elicotteri.

Carriera

Pink Floyd

Mason ha suonato in ogni album dei Pink Floyd sin dal 1965.

Nonostante i conflitti sulla proprietà del nome del gruppo, Roger Waters, David Gilmour e Mason sono oggi in ottimi rapporti. Mason ha suonato la batteria nelle ultime due date del tour mondiale di Waters del 2002 nel brano Set the Controls for the Heart of the Sun e anche in alcune date del tour europeo estivo 2006 dello stesso Waters.

Nel luglio 2005 Mason si è unito a Gilmour, Wright e Waters su un palco per la prima volta dopo ventiquattro anni come Pink Floyd, al termine del concerto del Live 8 a Londra, suonando cinque brani: Speak to Me, Breathe (in medley con Breathe Reprise), Money, Wish You Were Here e Comfortably Numb. Mason ha anche suonato assieme a Gilmour e Wright per il bis durante lo spettacolo di Gilmour al Royal Albert Hall, Londra, il 31 maggio 2006 e ha anche partecipato nello stesso anno ad alcune date del tour estivo di Roger Waters dal titolo The Dark Side of the Moon - Live.

Mason, che è stato continuamente il collegamento tra la band di Gilmour e quella di Waters, ha sempre creduto in una possibile reunion dei Pink Floyd. Ma dopo la scomparsa di Richard Wright nel 2008, ha affermato che ormai purtroppo questa reunion non è più possibile.

Composizioni con i Pink Floyd

Nick Mason è accreditato nelle seguenti canzoni dei Pink Floyd come coautore e, dove espressamente specificato, come autore unico:

  • Pow R. Toc H. (1966)
  • Interstellar Overdrive (1966)
  • Careful with That Axe, Eugene (1967)
  • A Saucerful of Secrets (1967)
  • Up the Khyber (1968)
  • Party Sequence (1968)
  • Ibiza Bar (1968)
  • More Blues (1968)
  • Quicksilver (1968)
  • The Grand Vizier's Garden Party (1969 - autore unico)
  • Atom Heart Mother - suite (1970)
  • Alan's Psychedelic Breakfast (1970)
  • Heart Beat, Pig Meat (1969)
  • Crumbling Land (1969)
  • Come in #51, Your Time Is Up (1969)
  • Country Song (1969)
  • Unknown Song (1969)
  • Love Scene (1969)
  • One of These Days (1971)
  • Seamus (1971)
  • Echoes (1971)
  • When You're In (1972)
  • Absolutely Curtains (1972)
  • Merry Xmas Song (1972 - autore unico)
  • Speak to Me (1973 - autore unico)
  • Time (1973)
  • Any Colour You Like (1973)
  • Sum (2014)
  • Skins (2014)

Altri lavori

Mason ha lavorato anche con altri, come batterista e produttore discografico per Robert Wyatt (Rock Bottom, pubblicato nel 1974) e per Steve Hillage (Green, pubblicato nel 1978) , come batterista per Michael Mantler e come produttore per il gruppo punk rock The Damned, per il quale produsse l'album Music for Pleasure del 1977.

Il libro di Nick Mason contenente un'enorme mole di materiale sui Floyd, Inside Out: A Personal History of Pink Floyd, è stato pubblicato nel Regno Unito nell'ottobre 2004, e successivamente pubblicato in italiano da Rizzoli Editore con il titolo Inside Out - La prima autobiografia dei Pink Floyd.

Oltre la musica

È attualmente sposato (con la seconda moglie, Nettie) e ha quattro figli; due figlie dal precedente matrimonio e due figli dal secondo. Vivono nel Wiltshire, nel comune di Corsham nella casa che era appartenuta a Camilla Parker-Bowles. Dopo l'esperienza dei Pink Floyd, Nick ha avuto il tempo di sviluppare uno dei suoi hobby preferiti, correre in auto. Infatti possiede (tramite la sua società 'Ten Tenths') e guida diverse macchine d'epoca. Ha anche partecipato alla 24 ore di Le Mans. È stato per diversi anni componente della giuria di uno dei più importanti e internazionali concorsi d'Eleganza di automobile, che si tiene ogni anno sul lago di Como, il Concorso d'eleganza Villa d'Este.

Equipaggiamento e stile

Nick Mason ha usato batterie Premier negli anni '60 e a volte negli anni '70 (soprattutto nelle registrazioni di Wish You Were Here). Dopodiché, usò Ludwig dal 1970 al 1992. Attualmente utilizza batterie pedali e hardware DW. È da sempre sostenitore di piatti Paiste. Attualmente utilizza bacchette Pro-Mark[2]

Batterie

Collector's Series Black Laquer with Dark Side of the Moon Graphic[3]

  • Cassa 18" X 22"
  • Cassa 18" X 22"
  • Rullante 6" X 14"
  • Tom 7" X 8"
  • Tom 8" X 10"
  • Tom 9" X 12"
  • Tom 10" X 13"
  • Timpano 13" X 15"
  • Timpano 14" X 16"
Piatti
  • 14" Signature Medium Hi-Hat
  • 18" Signature Fast Crash
  • 18" Signature Full Crash
  • 21" Signature Dark Energy Dark Energy Ride Mark II
  • 20" Signature Dark Energy Light Dark Ride Mark I
  • 18" Signature Full Crash
  • 20" Signature Traditionals Medium Ride
  • 19" Signature Full Crash
  • 22" Signature Traditionals Medium Light Swish
Bacchette
  • TX5BW America Hickory 5B Wood tip
Altro
  • Rototom (X6)

Nick Mason è stato inserito all'84º posto tra i 100 migliori batteristi secondo Rolling Stone. Nonostante abbia una tecnica non approfondita da lunghissimi studi come alcuni colleghi dell'epoca, Nick Mason ha uno stile molto personalizzato di scuola jazz e con fusione sincretica di elementi avantgarde e altri più propriamente rock, tanto che dalle origini è passato dal traditional grip al modern grip, e caratterizzato da giri di tom, rototom e timpani. Dotato di un rullante forte e robusto, dalla doppia cassa con frequenti terzine, e dalla scansione del tempo prevalentemente sui crash, alla tecnica fine a se stessa, ha preferito l'espressività e l'essenzialità, alle volte anche il minimalismo, con reminiscenze parsoniane. Definito "l'esecutore del 4/4 lento", suona più energicamente nel periodo di Syd Barrett e nel Live at Pompei.

Discografia

Con i Pink Floyd
Solista
  • Nick Mason's Fictitious Sports (1981) ("formalmente" un album di Carla Bley tranne che nel nome)
Con Mason + Fenn
  • Profiles (1985)
  • White of the Eye (1987)
  • Tank Malling (1988)
Con Michael Mantler
  • The Hapless Child (1976)
  • Something There (1982)
  • Live (1987)
  • Review (2006)
  • Concertos (2008)
Come produttore
  • Principal Edwards Magic Theatre - The Asmoto Running Band (1971)
  • Principal Edwards Magic Theatre - Round One (1974)
  • Robert Wyatt - Rock Bottom (1974)
  • Gong - Shamal (1976)
  • The Damned - Music for Pleasure (1977)
  • Steve Hillage - Green (1978)

Curiosità

  • Il protagonista del videogioco Urban Chaos: Squadra Antisommossa è suo omonimo.
  • Il 26 novembre 2012 la University of Westminster gli conferì una Laurea honoris causa in Lettere[4].

Note

Bibliografia

  • Into the Red: 22 Classic Cars That Shaped a Century of Motor Sport - Mason/Hales (1998)
  • Inside Out - La prima autobiografia dei Pink Floyd - Mason (2004)

Voci correlate

Altri progetti

Collegamenti esterni

  • (EN) Nick Mason, su Internet Movie Database, IMDb.com.
  • (EN) Nick Mason, su AllMusic, All Media Network.
  • (EN) Nick Mason, su Discogs, Zink Media.
  • (EN) Nick Mason, su MusicBrainz, MetaBrainz Foundation.
  • (EN) Nick Mason, su Enciclopedia Britannica, Encyclopædia Britannica, Inc.
  • (EN) Nick Mason, su Drummerworld.
Controllo di autorità VIAF (EN66652429 · ISNI (EN0000 0001 1068 490X · LCCN (ENn93045590 · GND (DE120864975 · BNF (FRcb138971839 (data)
Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 30.07.2018 13:50:55

Questo articolo si basa sull'articolo Nick Mason dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.