Giacomo Antonio Perti

Giacomo Antonio Perti

nato il 6.6.1661 a Bologna, Emilia-Romagna, Italia

morto il 10.4.1756 a Bologna, Emilia-Romagna, Italia

Giacomo Antonio Perti

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Giacomo Antonio Perti (Bologna, 6 giugno 1661  Bologna, 10 aprile 1756) è stato un compositore italiano, attivo soprattutto a Bologna, dove per oltre sessant'anni complessivi fu maestro di cappella nella cattedrale di S. Pietro e quindi nella basilica di San Petronio, nella basilica di S. Domenico, nella chiesa di S. Maria di Galliera e nell'Arciconfraternita di S. Maria della Morte. Fu maestro di Giuseppe Antonio Vincenzo Aldrovandini, Domenico Francesco Maria Micheletti, Giacomo Guccini, Pietro Paolo Laurenti, Giuseppe Torelli, Francesco Maria Mannucci e Giovanni Battista Martini, e perfezionò Francesco Antonio Pistocchi.

Biografia

Nota biografica di Giacomo Antonio Perti redatta da padre Giovanni Battista Martini:

Composizioni

Perti compose musiche teatrali, oratoriali, sacre e cantatistiche. La sua produzione nel genere sacro è ingente: oltre 120 salmi, 54 mottetti, 28 messe, 83 versetti. Nel genere della cantata sono pervenute circa 150 composizioni affermò d'aver appreso la lezione di Giacomo Carissimi, Antonio Cesti e Luigi Rossi. Dedito in prevalenza alla musica vocale, si prestò in modo solo sporadico al genere strumentale puro, al quale aveva peraltro fornito un compositore eccellente nell'allievo Giuseppe Torelli.

Drammi per musica

  • Atide (atto III), Bologna, 1679
  • Marzio Coriolano, 1683
  • Oreste in Argo, Modena, 1685
  • L'incoronazione di Dario, 1686
  • La Flavia, 1686
  • La Rosaura, 1689 (ed. anastatica New York - London, Garland)
  • Dionisio siracusano, 1689
  • Brenno in Efeso, 1690
  • L'inganno scoperto per vendetta, 1691
  • Il Pompeo, 1691
  • Furio Camillo, 1692
  • Nerone fatto Cesare, 1693
  • La forza della virtù, 1694
  • Laodicea e Berenice, 1695
  • Penelope la casta, 1696
  • Fausta restituita all'Impero, 1697
  • Perseo (con diversi autori), 1697
  • Apollo geloso, 1698
  • Ariovisto (con P. Magni e F. Ballarotti), 1699
  • La prosperità di Elio Sejano (con A. Vanelli e F. Martinengo), 1699
  • Lucio Vero, Pratolino, 1700 (atti II e III; atto I di M. Bitti)
  • Astianatte, Pratolino, 1701
  • Dionisio, re di Portogallo, Pratolino, 1707
  • Venceslao, ossia Il fratricida innocente, 1708
  • Ginevra, principessa di Scozia, Pratolino, 1708
  • Berenice, regina d'Egitto, Pratolino, 1709
  • Scipione nelle Spagne (atto II), Barcellona, 1709
  • Rodelinda, regina de' Longobardi, Pratolino, 1710
  • Il riso nato tra il pianto (con diversi autori), 1710
  • Il più fedele tra i vassalli, 1710
  • Il Cortegiano (prologo), 1739
  • Foca superbo
  • Rosinda ed Emireno

Rielaborazioni di drammi per musica altrui

  • L'eroe innocente, ovvero Gli equivoci nel sembiante (da Alessandro Scarlatti), 1679
  • Teodora Augusta (da Domenico Gabrielli), 1687
  • Pompeo Magno (da Giovanni Domenico Freschi), 1687
  • Il Re infante (da Carlo Pallavicino), 1694
  • Faramondo (da Carlo Francesco Pollarolo), 1710

Oratorii per musica

  • Due gigli porporati nel martirio di santa Serafia e santa Sabina, Bologna, 1679
  • Abramo vincitor de' proprii affetti, Bologna, 1683 (rev. Modena, 1685; rev. Agar, Bologna, 1689; tramandato anche coi titoli spuri di Agar scacciata e di Sara; ed. anastatica New York - London, Garland)
  • Il Mosè conduttor del popolo ebreo, Modena, 1685
  • Oratorio della Passione, Bologna, 1685 (rev. Gesù al sepolcro, 1703; ed. anastatica Bologna, Forni)
  • La beata Imelda Lambertini bolognese, Bologna, 1686
  • «Oratorio a 6 Voci, con concertino, e concerto grosso» (soggetto sconosciuto), Modena (?), 1687 (perduto)
  • San Galgano Guidotti, Bologna, 1694
  • La Passione di Cristo, Bologna, 1694 (= Oratorio sopra la passione del Redentore = Affetti di compassione alla morte del Redentor della Vita; in collaborazione con allievi)
  • Christo al Limbo, Bologna, 1698
  • La morte del giusto, overo Il transito di san Giuseppe, Venezia, 1700 (perduto)
  • La lingua profetica del Taumaturgo di Paola, Firenze, 1700
  • La Morte delusa, Milano, 1703 (contribuzione al "pasticcio"; perduto)
  • I trionfi di Giosuè, Firenze, 1704 (contribuzione al "pasticcio"; perduto)
  • La sepoltura di Cristo, Bologna, 1704
  • San Petronio, Bologna, 1720 ("pasticcio")
  • La Passione del Redentore, Bologna, 1721
  • I conforti di Maria Vergine addolorata per la morte del suo divin Figliuolo, Bologna, 1723 (tramandato anche col titolo spurio di L'Amor Divino)
  • Il figlio prodigo, non datato
  • Oratorio della nascita del Signore, non datato
  • San Francesco, non datato
  • La sepoltura di Cristo, non datato (differente da Bologna, 1704; attribuito a Perti, possibile rielaborazione di un lavoro di Giacomo Cesare Predieri; tramandato anche col titolo spurio di San Giovanni)

Musica strumentale

  • Sonata per 4 trombe, archi, timpani e organo (ma falsa attribuzione: la composizione è di Giuseppe Torelli)

Bibliografia

  • Jean Berger, The Sacred Works of Giacomo Antonio Perti, «Journal of the American Musicological Society», XVII, 1964, pp. 370-377.
  • Marcello De Angelis, Il teatro di Pratolino tra Scarlatti e Perti. Il carteggio di Giacomo Antonio Perti con il principe Ferdinando de' Medici (1705-1710), «Nuova Rivista musicale italiana», XXI, 1987, pp. 606-640.
  • Mario Fabbri, Nuova luce sullattività fiorentina di Giacomo Antonio Perti, Bartolomeo Cristofori e Giorgio F. Haendel: valore storico e critico di una Memoria di Francesco M. Mannucci, «Chigiana», XXI, 1964, pp. 143-190.
  • Osvaldo Gambassi, LAccademia Filarmonica di Bologna. Fondazione, statuti e aggregazioni, Firenze, Olschki, 1992 («Historiae musicae cultores», LXIII).
  • Francesco Lora, I drammi per musica di Giacomo Antonio Perti per il teatro della Villa medicea di Pratolino (1700-01; 1707-10), tesi di dottorato, Università di Bologna, 2012.
  • Francesco Lora, Giacomo Antonio Perti: il lascito di un perfezionista. Aspetti della personalità per una nuova ipotesi sull'entità numerica e qualitativa delle opere, in Un anno per tre filarmonici di rango. Perti, Martini e Mozart, a cura di Piero Mioli, Bologna, Pàtron, 2008, pp. 47-76.
  • Francesco Lora, Introduzione a Giacomo Antonio Perti, Integrale della musica sacra per Ferdinando de Medici, principe di Toscana (Firenze 1704-1709), a cura di Francesco Lora, Bologna, Ut Orpheus, 2010-2011, 2 voll. («Tesori musicali emiliani», 2-3), vol. I, pp. V-XVIII, e vol. II, pp. V-XVIII.
  • Francesco Lora, I mottetti di Giacomo Antonio Perti per Ferdinando de' Medici principe di Toscana. Ricognizione, cronologia e critica delle fonti, tesi di laurea, Università di Bologna, a.a. 2005/06.
  • Francesco Lora, Mottetti grossi di Perti per le chiese di Bologna: una struttura con replica conclusiva del primo coro, senza «Alleluia», «Rassegna storica crevalcorese», n. 4, dicembre 2006, pp. 26-57.
  • Ausilia Magaudda - Danilo Costantini, Aurora Sanseverino (1669-1726) e la sua attività di committente musicale nel Regno di Napoli. Con notizie inedite sulla napoletana congregazione dei Sette Dolori, in Giacomo Francesco Milano e il ruolo dell'aristocrazia nel patrocinio delle attività musicali nel secolo XVIII. Atti del Convegno Internazionale di Studi (Polistena - San Giorgio Morgeto, 12-14 ottobre 1999), a cura di Gaetano Pitarresi, Reggio Calabria, Laruffa, 2001, pp. 297-415.
  • Juliane Riepe, Gli oratorii di Giacomo Antonio Perti: cronologia e ricognizione delle fonti, «Studi musicali», XXII, 1993, pp. 115-232.
  • Anne Schnoebelen, Performance Practices at San Petronio in the Baroque, «Acta Musicologica», XLI, 1969, pp. 37-53.
  • Michele Vannelli, La Messa à 12 (1687) di Giacomo Antonio Perti: storia, fonti, analisi ed edizione, tesi di laurea, Università di Bologna, a.a. 2008/09.
  • Carlo Vitali, Preghiera, arte e business nei mottetti di Perti, «MI», a. XII, n. 4, ottobre-novembre 2002, pp. 29-30.
  • Giacomo Antonio Perti: la musica da tasto per organo o cembalo (fughe, arie, versetti, elevazioni), in La Scuola barocca bolognese, a cura di Mario G. Genesi, Bergamo, Carrara, 2003.
  • Rodolfo Zitellini, Introduction a Giacomo Antonio Perti, Five-voice Motets for the Assumption of the Virgin Mary, a cura di Rodolfo Zitellini, Madison, A-R Editions, 2007 («Recent Researches in the Music of the Baroque Era», 147), pp. IX-XIV.

Collegamenti esterni

Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 28.09.2013 12:21:06

Questo articolo si basa sull'articolo Giacomo Antonio Perti dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.