Luigi Alva

Luigi Alva

nato il 10.4.1927 a Lima, Provincia de Lima, Perù

Luigi Alva

Da Wikipedia, l'enciclopedia libera

Luis Alva

Luis Alva (Lima, 10 aprile 1927) è un tenore peruviano.

Biografia

Luis Alva nacque in Perù (patria di altri celebri tenori come Alejandro Granda, Ernesto Palacio e Juan Diego Flórez), dove studiò con Rosa Mercedes Ayarza de Morales e fece il suo debutto nella zarzuela Luisa Fernanda di Federico Moreno Torroba. Nel 1953 si recò a Milano e studiò con Emilio Ghirardini. Successivamente fu chiamato da Giulio Confalonieri a diventare un cadetto alla Scuola di Canto del Teatro alla Scala. La sua prima interpretazione in Italia fu al Teatro Nuovo di Milano come Alfredo ne La traviata di Verdi, seguito da Il matrimonio segreto di Domenico Cimarosa alla Piccola Scala. Debuttò finalmente al Teatro alla Scala nel 1956 come conte Almaviva ne Il barbiere di Siviglia di Rossini. Fu presto invitato a cantare nei più famosi festival e teatri d'opera europei. Al Glyndebourne Festival Opera esordì come Nemorino ne L'elisir d'amore di Donizetti. Il suo debutto al Metropolitan fu nel 1964 come Fenton nel Falstaff di Verdi. In seguito cantò con molte delle maggiori compagnie negli Stati Uniti e in Europa.

Negli anni sessanta e settanta c'erano pochi cantanti, per non dire tenori, che potevano essere paragonati a Luigi Alva nella pura eleganza vocale. A differenza di molti, non cercò mai di avventurarsi al di fuori del suo repertorio naturale di tenore leggero. Interpretò invece Mozart, Rossini e Donizetti con grande eleganza e stile per quattro decenni. Collaborò con direttori come Otto Klemperer, Claudio Abbado, Nino Sanzogno, Herbert von Karajan e Carlo Maria Giulini. I suoi duetti con Teresa Berganza ne Il barbiere di Siviglia e La Cenerentola di Rossini sono marchi di garanzia dell'epoca.

Nel 1982 tornò a Lima per insegnare e diede l'addio al palcoscenico nel 1989. Attualmente Alva sponsorizza il premio Luigi Alva per giovani cantanti e insegna alla Scuola di Canto del Teatro alla Scala.

Per gli amanti delle statistiche Luigi Alva ha cantato al Teatro alla Scala per 28 stagioni interpretando 32 ruoli e le 261 recite lo consacrano quale secondo assoluto preceduto da Pertile con 390 recite.

Repertorio

Repertorio Operistico
Ruolo Titolo Autore
Elvino La sonnambula Bellini
Egisto L'Egisto Cavalli
Paolino Il matrimonio segreto Cimarosa
Filandro Le astuzie femminili Cimarosa
Nemorino L'elisir d'amore Donizetti
Tonio La Fille du régiment Donizetti
Ernesto Don Pasquale Donizetti
Conte Bellezza L'Arcadia in Brenta Galuppi
Federico La prova d'un'opera seria Gnecco
Siebel Faust Gounod
Oronte Alcina Handel
Serse Serse Handel
Sempronio Lo speziale Haydn
Eclittico Il mondo della luna Haydn
Gernando L'isola disabitata Haydn
Lindoro La fedeltà premiata Haydn
Beppe Pagliacci Leoncavallo
Dottor Zuckertanz Maria Golovin Menotti
Narratore Il combattimento di Tancredi e Clorinda Monteverdi
Alessandro Il re pastore Mozart
Belmonte Die Entführung aus dem Serail Mozart
Don Basilio Le nozze di Figaro Mozart
Don Ottavio Don Giovanni Mozart
Ferrando Così fan tutte Mozart
Tamino Die Zauberflote Mozart
Sesto La clemenza di Tito Mozart
Ippolito Il Socrate immaginario Paisiello
Venditore di canzonette Il tabarro Puccini
Dorvil La scala di seta Rossini
Lindoro L'italiana in Algeri Rossini
Narciso Il turco in Italia Rossini
Conte Almaviva Il barbiere di Siviglia Rossini
Don Ramiro La Cenerentola Rossini
Roberto La Griselda Scarlatti
Alfonso Alfonso und Estrella Schubert
Tenore
Bacco
Arianna a Nasso Strauss
Alfredo Germont La traviata Verdi
Fenton Falstaff Verdi

Filmografia

  • Falstaff (1956), Fenton
  • Così fan tutte (1970), Ferrando
  • Il Barbiere di Siviglia (1972), il conte d'Almaviva
  • Don Pasquale (1972), Ernesto
  • Il matrimonio segreto (1981), Paolino
  • Lo speziale (1982), Sempronio

Bibliografia

Collegamenti esterni

Questa pagina è stata modificata l'ultima volta il 28.11.2013 15:55:54

Questo articolo si basa sull'articolo Luigi Alva dell'enciclopedia liber Wikipedia ed è sottoposto a LICENZA GNU per documentazione libera.
In Wikipedia è disponibile una lista degli autori.