Aggiornamenti

Concerti consigliati

Julian Rachlin e Itamar Golan

Julian Rachlin, violinista e direttore lituano - Fonte: Julia Wesely Julian Rachlin, violinista e direttore lituano (Fonte: Julia Wesely)

Mar, 27 febbraio 2018 20:30 Lugano, LAC Lugano Arte e Cultura

Si può suonare a 11 anni (praticamente ancora in calzoni corti) con Riccardo Muti e i Wiener Philharmoniker, mantenendo intatte le promesse di un futuro raggiante. É ciò che è capitato tempo fa al violinista lituano Julian Rachlin (oggi 42enne e nel pieno di una carriera concertistica mondiale tra l’Europa e gli Stati Uniti) che appare regolarmente nelle sale da concerto imbracciando un prezioso Stradivari «ex Liebig». Nella sua folta agenda di impegni Rachlin ha sempre dato spazio alla musica da camera, in coppia fissa con il conterraneo pianista Itamar Golan: sviluppando un approccio interpretativo di grande freschezza e vivacità di idee. Qualità che trovano sicuramente conferma nel programma intagliato nel ciclo «Lugano Musica», in gran parte improntato all’Ottocento romantico. Affiorano la Sonata op.30 n.1 di Beethoven, i Quattro Pezzi di Dvorák e la Sonata in la maggiore di Franck (quella venerata da Proust), mentre fuori asse spunta soltanto la Sonata per viola di Shostakovich composta nel 1975 che fra tremoli, glissandi e pizzicati sembra l’ennesima, toccante meditazione sui temi della vita e della morte.

Scheda del concerto


Segui il servizio on-air di Radio Swiss Classic !